Pagine

martedì 20 maggio 2014

Nel limbo, senza nebbia

Due mesi di silenzio assoluto sul blog e di meno parole pronunciate anche nelle mie giornate. La chiacchierona che se ne sta in silenzio impensierisce sempre.
Cosa avrà?
E me lo chiedo anche io.
Nessuna risposta convincente, finora.

Però non è una novità: sto in modalità “sono inguaiata”.
Quando parlo meno, quando mi rinchiudo a riccio, significa che sto cercando di sbrogliare un nodo venuto al pettine e che ne parlerò solo quando avrò risolto e che faccio tutto da sola, non ho bisogno di nessuno, mi arrangio,e se devo morire nell’impresa, morirò sola e fiera.

Ecco. Sono fatta così, testa di legno, cuore di burro e poi non so più come sono fatta.
Confusione, disordine e conflitto e tutti gli stessi problemi che avevo all'inizio dell’anno scolastico. Nessun problema risolto, nessuna cosa portata a termine. Frustrazione.

Il limbo.
Nel mio limbo è come essere nella nebbia, come quando lavoravo e mi capitava di tornare tardi da Rovigo, da sola, in macchina, tutta travestita da donna manager, con tacco e tailleur e ventiquattr'ore sul sedile, dopo una giornata a far sorrisi finti e a cercare di sembrar più adulta della mia età perché altrimenti i vecchiardi non mi davano bada.
Vuoi accettare ordini da una sbarbina che non ha la tua esperienza?
Vuoi che lei ne sappia di più?
No, certo, ci mancherebbe. Sono vecchia vecchia però, guardami bene ;)

E all'improvviso ti ingloba un banco di nebbia e solo chi ha guidato di notte sulla transpolesana sa di cosa parlo: sei in una fitta bolla lattiginosa e ci sei entrato a novanta all'ora e non si vede niente. Tutto bianco, nemmeno un’ombra e davanti a te, solo il cofano della tua macchina e i fari che rimbalzano su una acquosa parete bianca.
Ti si stringe lo stomaco, ti partono i battiti, ti si rizzano i capelli.
Allarme.
E sai che devi rallentare, frena frena, ma non fermarti, perché altrimenti quello che sicuramente c’è dietro ti piomba addosso.
Rallenta ma procedi.
Vado bene per di qua? Sto andando dritta?
Ma non lo sai, fino a che non riesci a vedere la linea di mezzeria e allora puoi seguirla.

Allora, sono nel limbo nebbioso, solo che non c’è la nebbia ma neanche la linea di mezzeria e vorrei proprio capire se sto andando nella giusta direzione. All'improvviso mi si è accesa una spia rossa, di quelle che neanche sai cosa siano, ma è rossa e lampeggia come un demonio folle. (Dei demoni lampeggianti sono esperta)
E tutto il corpo e lo spirito che ho, insieme hanno gridato: “Rallentaaaaaaaaaa”.
Mica li ho ascoltati subito, non ho tempo per le sciocchezze, io.
Ho tirato tirato, su tutti i fronti, sapevo che stavo esagerando un po', ma forza su, ho un carattere forte, ce la faccio, sono bravissima a gestire lo stress.
Meh.
Posso affermare che invece sono solo bravina. Scopro che dipende dal tipo di stress, dal motivo e soprattutto dalla durata.
Sulla durata eterna dei motivi di stress non vado bene.
E, dopo il danno, la beffa: ora che ho esaurito le mie risorse, sono stanchissima e nervosa, quindi mi sto sulle palle, mi trovo antipatica e mi manca la leggerezza di ciò che ero.

Tu sei anche così, è normale, mi ha detto l’amica del cuore. Ma io le ho risposto che normale sarà lei.
Non so perdonarmi la debolezza, lo sconforto e la frustrazione che provo; non so concedermi nemmeno un bonus temporaneo.
Sono severa e intransigente. È il mio bello.

Nel frattempo la prima vittima innocente di questa fase nera è stato questo blog, tolto dai programmi dall'oggi al domani, senza spiegazioni. Precisa, veloce, fattiva, lo penso, lo faccio. Insomma non mi riconosco più.

Sì, sono tornata (ma non so nemmeno se è un bene o una buona notizia). Boh, Mah.

62 commenti:

  1. anche i vercellesi la sanno lunga sulla nebbia, se posso provare a fare il lumino rosso di quello inguaiato davanti fai un fischio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della proposta, ma va meglio, altrimenti non avrei scritto ;)
      (Come dici? Che voglio fare da sola ecc... Sono incorreggibile, non c'è nulla da fare :(

      Elimina
  2. Forza, coraggio! Vedrai che ne uscirai fuori. Prenditi il tuo tempo e trova la forza nella tua bella famiglia!
    Non c'è niente di male nell'avere qualche momento di nebbia, di pausa.. accettalo e lascialo passare.
    Un abbraccio,
    Dana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dana. Ci sto provando, accettare e lasciar passare... ;)

      Elimina
  3. Barbara è "solo" colpa del mese di maggio: sono gli ultimi grigiori dell'inverno. Ne sono sicura. Non appena indosserai abiti più leggeri, infradito (o scalza) e andrai a giocare in giardino tutto passerà. Ohm, ohm :)!
    Un abbraccio fortissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fosse così facile ;))))
      Ohm, ohmmmmmmmmmmm

      Elimina
  4. Potrebbe non essere "solo" questione di stagione. O meglio... non di stagione climatica.
    Magari è una stagione della vita... quella in cui ci si accorge di non poter reggere per sempre coi ritmi indemoniati di determinati "momenti di grazia"... che sono loro l'eccezione, mentre il resto è la regola.
    Magari quella nebbia metaforica, che in auto è "fuori", e ci impedisce di vedere dove andiamo... può essere invece "dentro" di noi, una sorta di "fabbrica della nebbia" che potrebbe anche sapere di autodifesa, che ci imponiamo da soli sapendo che, prima o poi ci costringerà comunque a rallentare (ma non troppo!)... per non schiantarci... per non essere investiti. Magari...
    Non so Barbara cosa ci sia dietro e dentro a questo tuo malessere. So solo che devi prenderlo "sul serio" e senza fretta cercare di capire cosa ti vuol dire. Questo bellissimo blog, così come probabilmente tante altre realtà nelle quali ti sei buttata a capofitto negli ultimi tempi... può sicuramente aspettare.
    Il diradarsi della nebbia...
    O anche solo un saluto.
    Il saluto di chi è stato troppo a lungo "davanti" alla fila a guidare la carovana di automobilisti ciechi...
    E che, stanco, si fa da parte per lasciar guidare un po' un altro...

    Un abbraccio virtuale, Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che non è diretto a me questo tuo commento, non me ne voglia Barbara, ma lo trovo davvero splendido.....e in questo momento efficace e d'effetto per me. Grazie Alessandro per questo tuo prezioso contributo....
      MAR

      Elimina
    2. Mar? Martina??? ;)
      Alessandro, insomma , riesci a leggere fra le righe, ci riesci sempre :)
      La nebbia è dentro, oh yeah. E mi sono buttata in cose grosse (ma belle), più grosse di me è ho deciso anche di affrontare di petto qualche vecchio problema. E poi i nuovi problemi e le preoccupazioni e ..... Ciao, troppa roba da gestire, da capire,. Tilt. :)

      Elimina
    3. E grazie. Sono contenta di conoscerti :))))

      Elimina
    4. Due "piccioni" ;-) con una fava? A "sparare nella nebbia"... si colpisce sempre qualcuno! :)
      MAR, sei davvero chi dice Barbara? Se è così ho visto che vi siete conosciute anche dal vero... ne sono felice (e anche un po' invidioso!)

      Elimina
    5. Ciao, no, non sono chi dice Barbara, sono un'altra persona, che in questo momento sta passando un periodo di grande nebbia.....sono capitata per caso dalle vostre parti (quando ci si perde in questa nebbia, alle volte si approda in luoghi interessanti!)....e leggervi mi sta aiutando un pochino a sopportare meglio questo momento difficile....
      Grazie
      MAR

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. Ciao allora !MAR-altrapersona!... e felice di averti incrociata in questo colpo di coda di inverno...
      Ci si rivede in primavera! :-)

      Elimina
  5. Ma dai...guarda meglio che la bussola ce l'hai.....o come i marinai cercano la stella polare........la strada è lì: sempre un po in salita cin un bel panorama . Guarda bene che a salire ti accompagna sempre la tua metà.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerco la bussola, aspetta che la trovo....... :)

      Elimina
  6. Io ti dico solo "BENTORNATA"!!! mi sei mancata, bacio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sono mancata???? Ma allora sei mia fans ahahaha .
      Sono tornata, forse, mah, boh ;)

      Elimina
  7. FINALMENTE..... sei tornata. ... E' inevitabile, l'inverno porta con sè la nebbia, ma la primavera c'è e anche se tarda arrivare qualche piccolo segno si vede già.. Un abbraccio grandissimo (lucy)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo che ti saresti preoccupata ;) meglio che vieni a trovarci per controllare la situazione con i tuoi occhi . Ti ho convinta? :)))))))))))))

      Elimina
  8. Che descrizione precisa hai dato nel guidare nella nebbia (che anche qui conosciamo bene), che ansia a leggerla e ricordare certi viaggi... Severa e autocritica lo sono anche io, lo sono stato in modo implacabile per anni, ora va meglio, ho accettato che sono un po' una cialtrona a volte ;-) e se non arrivo a far tutto pace! (del resto tacchi, tailleur e 24h anche per me sono un lontano ricordo, se son credibile per mia figlia mi basta). Ho sempre ammirato tanto la tua leggerezza, e credo che sia una di quelle doti che hai per sempre, quindi son sicura che vi ritroverete, perché anche a lei mancherai, no? Abbracci in grande quantità xxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che le manco??? Ahahahahahahahahah :)
      Ma allora tornerà?
      Intanto provo a pensare che sono cialtrona anche io come te, lo ripeto come un mantra e vediamo se funziona :)))))

      Elimina
  9. capitano a tutti i periodi di nebbia, anche se così fitta e pericolosa come quella dalle tue parti io non l'ho mai vista. ma rileggiti il sottotitolo del tuo blog, un sottotitolo che mi ha illuminato la prima volta che l'ho letto. e lasciati illuminare anche tu, da te stessa. :-)
    un mega abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scelgo il sorriso... Ci credo tanto, sai, e ci provo ogni giorno. Ma il sorriso ipocrita e tirato non lo voglio e allora sono concentrata (ma forse troppo) sulla consapevolezza ....
      Lo vedi che sono pesante ? Muahahahahah
      Ricambio l'abbraccio

      Elimina
  10. Oddio che ridere, la transpolesana col nebbione! Cioè ridere... Solo perché non ci sono adesso, ecco. Che dire? Benvenuta nel tunnel! Anche se preferivo incontrarti da un'altra parte. Armiamoci di striglia e cardatore, che questi nodi s'hanno da districare. Se hai bisogno di un po' di compagnia, passa da me che io ho già cominciato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevamo un comune programma, io e te..... Dovevamo fare fare fare e invece si sta a pensare :(
      Nodi...
      Ce la facciamo, con calma

      Elimina
  11. Barbara mi sei mancata...spero che la nebbia si diradi presto....ti abbraccio

    RispondiElimina
  12. Barbara, ben tornata! Ti leggo da poco, ma credimi mi sei mancata! Leggevo e nelle tue parole ho ritrovato un po me stessa...a volte è dura è sembra non debba mai finire, ma non può sempre piovere mi dice spesso mia madre e forse è vero! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E a continuare con le metafore, sono certa che la piaggia non sia inutile ;)

      Elimina
  13. "Sulla durata eterna dei motivi di stress non vado bene" mi ha fatto molto riflettere questa frase....cavolo quanto è vero anche per me. Passerà ne sono certa ;) io faccio così: cerco di liberare la mente (tu dici seee pare facile ma ho trovato un mio metodo e ognuno può trovare il suo) e mi focalizzo sui sorrisi delle persone che amo, sugli occhi dei miei nani che mi guardano con amore e ne approfitto fino alla prossima "nebbia". un abbraccio dai che l'inizio della bella stagione aiuta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, così mi fai pensare che fra pochi giorni iniziano le vacanze estive e allora sì, che si balla ;) un abbraccio, io tengo botta

      Elimina
  14. Barbara....boh, mah....però sei tornata a postare, è questo è già segno di voler riprendere il "filo", no?
    La nebbia, anche quella della Val Padana, si dirada sempre prima o poi. Io ti auguro molto prima che poi, naturalmente ;)
    E ti abbraccio forte, perchè altro non sparei fare.
    Ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maris, si va meglio, altrimenti me ne sarei stata nel mio angolo ;)
      Anche i periodi di confusione e frustrazione serviranno a qualcosa è, quando scopro esattamente a chi servono, te lo rivelo ;)))))))
      Un abbraccio a te

      Elimina
  15. Questo tuo post mi ha davvero toccata. Quello che descrivi è molto simile al periodo di nebbia in cui mi trovo anch'io, al silenzio che mi contraddistingue, alla freddezza che riservo alle persone che in realtà mi vogliono bene. La sensazione di dover procedere da soli, di non dover chiedere niente a nessuno.
    Ti conosco così poco ma, per quel che vale, vorrei mandarti un abbraccio di incoraggiamento e dirti che anche questo periodo nebbioso passerà, e che una volta fuori ci sarà tanto sole!

    RispondiElimina
  16. Avevo da poco iniziato a leggere il tuo blog... Quando non vi ho più trovato notizie... Mi è dispiaciuto perché lo trovo uno spazio di narrazione e condivisione meraviglioso...spero che tu riprenda a scrivere perché ti seguo con gioia e piacere, io sarò mamma fra poco, arrivo da una gravidanza molto sofferta e ammetto che ho tante paure per il futuro...
    In questo momento leggere della grinta di una donna e madre come te mi fa pensare positivo...
    Un grazie sincero per i tuoi pensieri condivisi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Alessia
      Continua a pensare positivo, perché ne vale la pena. E vanno bene anche le tue paure per il futuro, tanto più se stai per diventare mamma: non potrebbe essere altrimenti. La mia grinta è ancora qui, il mio umore migliorerà , non preoccuparti. E in bocca al lupo ;)

      Elimina
  17. Su come evitare la nebbia non sono esperta, io ho solo aumentato i fari per sbandare meno :)
    Però mi fa piacere il tuo ritorno, è un da un po' che voglio scriverti per chiederti una cosa ... niente che possa aggiungere nebbia, tranquilla!
    Comunque il limbo sabbioso è drammaticamente sottovalutato ;)

    RispondiElimina
  18. Uh, anche tu?
    Leggi qui: http://smemomamma.blogspot.it/2014/05/fine.html
    E' una forma virale, forse?
    Comunque, bentornata.

    RispondiElimina
  19. ognuno combatte una qualche battaglia quotidiana.
    la cosa importante è aver chiara la meta, cosa si desidera, dove si vuole andare, chi ci sta aspettando. esser nella nebbia delle basse.....ma aver chiara la meta, la casa, la nostra valle.
    non aver paura di quello che la realtà ci fa quotidianamente vivere, ma andarci dentro, andare in fondo a tutte le questioni.

    RispondiElimina
  20. Ciao Barbara! E' tanto che non scrivi più sul blog, allora mi sono detta: ora passo a salutarla io :)
    spero che Killò stia bene, che voi tutti stiate facendo cose belle.
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maris ciao! Stiamo bene!!!! Grazie del tuo pensiero. Grazie davvero.

      Elimina
  21. Ei come va? E' tanto davvero che non scrivi. Un saluto...

    Sabina

    RispondiElimina
  22. buon 2015, che sia pieno di cose belle. Per davvero. Elisabetta

    RispondiElimina
  23. E' tanto tempo che non scrivi...passo sempre di qua sperando di trovarti.
    Un abbraccione

    RispondiElimina
  24. Baci baci e buon mercoledì!!!!

    RispondiElimina
  25. Ciao Barbara, sono passata anche oggi a trovarti ma non ci sei.. Spero che vada tutto bene, comunque. Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. comunque io sono iscritta al tuo feed e aspetto e spero sempre che tu scriva un nuovo post! un pensiero a voi qualsiasi cosa stiate facendo

    RispondiElimina
  27. It was wondering if I could use this write-up on my other website, I will link it back to your website though.Great Thanks.
    simpledriversfinder.blogspot.com
    wiselastdrivers.blogspot.com
    onlinedriversportal.blogspot.com
    mygamesdownloading.blogspot.com

    RispondiElimina
  28. Good blog post. I want to thank you for interesting and helpful information and I like your point of view. Thank you!
    slither io | wings io | science kombat | tank trouble 4

    RispondiElimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)