venerdì 21 febbraio 2014

Ho perso la fede

Lo scorso week end ho fatto cose strane, molto inusuali per me.
Non sono andata in mari lontani, ne in cinema o teatri vicini, né ho dormito dieci ore di seguito, ma più prosaicamente, ho rovistato nelle immondizie, peraltro a mani nude.
Quando improvvisamente ti colpisce l’illuminazione, mica hai tempo di indossare guanti di gomma! Io mi sono lanciata nel bidone della carta, certa che avrei risolto il problema e ho palpato con perizia ogni fazzoletto usato e accartocciato e poi, ebbra di tante emozioni, mi sono tuffata nel bidone dell’indifferenziata. 
Sempre a mani nude.
Ho un sacco di coraggio e un certo stomaco, quando serve, comunque non c’era.


Allora ho tirato una gran parolaccia, parecchio creativa.
Poi, dato che non sapevo che altro fare, ho pianto, dicendomi :” Eh no! Non devi piangere nondevipiangereeeeeeee!!”
La Bionda è accorsa preoccupata e mi sussurrava: “Lo ritroveremo” e mi abbracciava. Me lo ha anche scritto su un foglietto spiegazzato. Mamma, lo ritroveremo, te lo giuro.
Killó, tutto in allarme, mi accarezzava, diceva non piangere più.
Ho fatto sollevare il letto a mio marito due volte, ho smontato l’aspirapolvere e ho guardato in ogni angolo distesa sul pavimento.
Questo nella giornata di sabato.
Domenica ho rifatto tutto, per essere più sicura. Le immondizie però no, perché ci si deve dare un limite.
Ma non c’era.
La fede matrimoniale è sparita.
Sul pavimento, vicino al tavolo dove avevo appoggiato entrambi, c’era solo l’anello di fidanzamento.
Ma la fede no.
I sospetti sono subito caduti su Killó, che negava indispettito, mentre il maritino alterato, ha finalmente potuto dire la frase che covava da anni: 

“Se tu lasci gli anelli dappertutto, prima o poi ti doveva succedere!”

Però non è giusto. L’avessi persa a marzo, l’avrei potuta passare più liscia, ma adesso!!! Noi domani festeggiamo il decimo anniversario di matrimonio e la ricorrenza è importante, come il simbolo di quella giornata che pare di una vita fa.
Comunque l’anello l’ho ritrovato lunedì mattina, mollemente adagiato sui miei slip, nel cassetto degli slip.
Volevo solo prendermi un paio di mutande e toh, ti ci trovo l’anellino.
Sì, è stato Killó, il giullare, ma non lo ammetterà mai.

Le cose che ho imparato sono due.
Uno: tengo molto alla mia fede, anche se è solo un anello e solitamente mi vanto di non essere attaccata alle cose (fatta eccezione per uncinetti e set di ferri)  e di essere profondamente spirituale e zen. 
È un simbolo della fortuna di esserci incontrati e di avere creduto in noi. Quest’anniversario mi sta facendo pensare, perché dieci anni sono tanti, perché poi li abbiamo vissuti bene, perché mi piace recitare la parte di quella che non ha bisogno di niente e nessuno, ma in fondo lo so bene che senza di lui non sarei così felice, di una felicità che non sa di plastica come quella del Mulino Bianco, ma è ben più discreta, cercata, costruita e dolce.

Due: qui non sono abituati a vedermi piangere. Pare abbia un effetto sconvolgente: tutti si danno da fare, si preoccupano, mi riempiono di attenzioni. Basta un mio frigno ed è allarme.
Poiché sono astuta, vedrò di sfruttare appieno questa scoperta. 
Ad esempio, non vuoi mangiare niente, neanche la pizza? La mamma si mette a piangere. 
Mi tiri scema per mezz’ora per infilare il pigiama e lavare i denti? La mamma si mette a piangere.
Al momento dei compiti ti assale una stanchezza infinita e ti sciogli sul tavolo? La mamma si mette a piangere.

Il ricatto emotivo come metodo educativo è secondo me ingiustamente criticato e, se funziona, ve lo faccio sapere.


Ps. Se vi interessa la mia strategia per non azzannare gli stolti, la trovate scritta qui, in un articolo per Genitoricrescono. Ok, in realtà l’ha scritto il mio amico El Gae, io ho solo aggiunto due righe, ma resta il fatto che ci sono pure io. 
Su Genitoricrescono, mica pizza e fichi. ;)


25 commenti:

  1. Immagino il panico! Ammetto di lasciarla in giro sempre anche io, con la scusa che è leggermente "morbida" sul dito la tolgo per fare la doccia e rimane in giro ovunque. Come te anche io ci tengo un sacco per tanti motivi...forse è meglio se la faccio stringere o se prendo una fedina da metterci davanti, così non la tolgo più e risolvo il problema! Auguri per i vostri 10 anni di vita e di avventure insieme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovesse succedere, vedrai con che classe pure tu frugherai nelle immondizie ;) grazie per gli auguri!

      Elimina
  2. Anche Silver ha perso la fede anni fa... prendilo come buon augurio.
    Non è vero che ho scritto tutto io, se guardi bene i due pezzi sono quasi lunghi uguali. Solo che il mio è quello che fa incazzare la gente :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, hai ragione, ho controllato.
      Fai incazzare la gente, se fatto così, ma ti difendo io! Io sono protetta da un pregiudizio positivo e semmai posso piangere (dai, ora smetto questo sarcasmo, ma mi diverte tanto :)

      Elimina
  3. Io l'ho persa nel Mar Rosso... mai più ritrovata. Appena scoperto di aspettare il mio ometto. Ho pianto per il restante soggiorno. Ma sogno ancora - come nella favola - di comprare un giorno un pesce, pulirlo e ritrovare il mio anello.... Ok, sarebbe un pesce un po' vecchiotto... comunque,appena tornata in Italia , ne ho comprata un'altra, l'ho rifatta incidere, siamo andati a rifarcela benedire e .... vale lo stesso? Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale lo stesso! E quando un pesce vecchiotto ti riporterà l'altra ne avrai due :)

      Elimina
  4. Che incubo...io l'ho già persa un sacco di volte perché soprattutto in estate non la sopporto e la tolgo in continuazione, e di conseguenza la appoggio nei posti più disparati...pensando "la metto qua così poi mi ricordo dov'è..."...e immancabilmente me ne dimentico.
    Finora l'ho sempre ritrovata...
    Ho letto la ricetta per placare gli istinti di azzannamento...mica l'ho subito capita...alla prima lettura mi sono incazzato anche io...poi ho attivato la porzione di cervello dormiente alla prima lettura...e la seconda volta mi ha divertito...anche se ho concluso che non mi dispiacerebbe un giorno scoprire che mio figlio ha comprato uno spinello...soprattutto se la porta a casa ed è roba buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muahahahahaahahahahahahahaha. Vediamo quando accadrà ;)
      Ti svelo un retroscena. La prima parte del post, El Gae me l'ha mandata per email, io l'ho letta e ho ringraziato che non abitiamo vicini e che non fosse davanti a me. Poi, siccome lo stimo, ho riletto, scoprendo che ha un'intelligenza più vivace della mia :)))))

      Elimina
  5. Odiavo il ricatto emotivo... dai quattordici anni in su mia madre mi diceva di continuo "fai come ti pare, sappi però che mi dispiace!". E sappi che su di me funzionava (a mia sorella invece non poteva fregare di meno!) Ovviamente mi sono ripromessa di non farlo mai e poi mai a Tommaso.
    Ma già ho ceduto sui ricatti duri e puri (del tipo, "se non mangi, non leggo" o "se non ti fai i lavaggi al naso niente cartoni") e ho proprio paura che cederò anche sull'emotivo.
    E' bello quando tutte le tue certezze e convinzioni vengono giù come castelli di carta... ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ricatto emotivo è immorale. Ti mette davanti al fatto che le tue azioni hanno ricadute sugli altri.
      Io mi oppongo.
      I ricatti qui sono all'ordine del giorno, quelli emotivi sulla linea di partenza. Suvvia, basta un po' di misura :))))))
      Inoltre, ti ho risposto su gc, ammaliata dalla tua ingenuità e dal tuo sdegno. E ora mi fai pensare che, quando le tue certezze e convinzioni franano, è una benedizione :) Mica capita a tutti!!!

      Elimina
  6. Avrei dato di matto a non trovare piu la fede! E mentre leggevo avevo l'ansia per te, poi per fortuna e' finita bene ed ho tirato un sospiro di sollievo! Giuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, non ma ho affrontato problemi peggiori.... ;)
      Comunque non minimizziamo, mi ha preso malissimo 'sta cosa!!!!

      Elimina
  7. Auguri per il tuo 10 anno. Noi 10 li facciamo a maggio! E anche io ne vado molto fiera.

    Ma perchè te la sei tolta, la fede? (domanda scema, lo so)

    RispondiElimina
  8. che panico! Auguri per il tuo decimo anno! e per altri 1000 insieme :-)

    RispondiElimina
  9. Tutto e' bene quel che finisce bene e vissero tutti felici e contenti! Anche la scoperta che il.pianto frutta come si dice dalle mie parti non e' da poco...magari da usare con parsimonia senno' poi non funziona piu'! Mio marito ha tolto la fede il giorno dopo il matrimonio non sopporta gli anelli io invece non la tolgo mai non credo potrei stare senza ....siamo gli opposti eppure fra 1 mese saranno 13 felici anni di matrimonio...buon anniversario Barbara vi auguro un lunghissimo percorso insieme!

    RispondiElimina
  10. noooooooooooo Matteo pensavo l'avessi preso tu per una super modifica con gemma africana da incastonare

    RispondiElimina
  11. Auguroni x i tuoi 10 anni e x fortuna hai ritrovato la fede.

    RispondiElimina
  12. Sono contenta che tu l'abbia ritrovata!!! Immagino il panico!!!!! Tanti auguri per il vostro anniversario!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Pensa un po' ... noi ieri abbiamo festteggiato i nostri dieci anni di matrimonio! Auguroni e un abbraccio. Laura ... che ti legge sempre.

    RispondiElimina
  14. Nella tua sfortuna, mi hai fatto un sacco ridere :) Sono davvero felice che tutto alla fine si sia risolto, ma come hai detto tu tra le righe, probabilmente tuo marito non vedeva l'ora capitasse un occasione simili per farti presente un suo pensiero. Pensa positivo: questa cosa ti ha aiutato a farlo aprire a te! XDXD a parte gli scherzi...hai un blog che mi piace molto e da adesso ha una nuova follower :* se ti va passa da me www.mammachevita.it

    RispondiElimina
  15. ma Barbara bastava che ti cambiassi le mutande primaaaaa! (oh ci scherzo solo perchè l'hai ritrovata) Elisabetta

    RispondiElimina
  16. Il tuo post mi è piaciuto un sacco e l'ho inserito nella top3 della settimana passa. Passa a trovarmi e vedrai di che si tratta http://www.mammachevita.it/2014/02/topo-of-post-2-24-febbraio-2014.html oppure su www.mammachevita.it

    Giada

    RispondiElimina
  17. Arrivo dal blog di mamma che vita e sono davvero felice di aver conosciuto te, la tua famiglia e soprattutto il piccolo Killò. Io sono cresciuta con un fratello speciale accanto a me e non lo cambierei con nessun altro al mondo!
    Auguri per il vostro 10 anniversario, che potrete festeggiare - fortunatamente - con la fede al dito! ^_^

    RispondiElimina
  18. ciao
    meno male che hai ritrovato la fede. Auguri per l'anniversario di matrimonio.

    RispondiElimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...