giovedì 17 novembre 2011

Strategie di sopravvivenza: cucire in pace


Le mamma che con me condividono la passione del cucito, lo sanno.
Può essere che tu senta il bisogno di dedicarti al tuo hobby, che tu sia particolarmente ispirata, che ci sia una cosetta che devi proprio finire.
Può essere anche che Qualcuno non sia d'accordo con questa tua idea, perché vuole giocare, cantare, toccare tutti gli attrezzi che compongono il tuo kit di cucito e vuole mangiarsi gli aghi.
Quando questo accade hai due scelte: o rinunci a cucire e basta, o provi a farlo, ma è probabile che, fra un urlo e l'altro, la cosa ti innervosisca e tu dia ai tuoi figli una brutta immagine di te :)
Voglio suggerirvi una terza scelta che ho scoperto per caso.
Un giorno, insieme ai miei due disturbatori, ho creato la ragnatela del ragno Giovanni.
L'idea è copiata pari pari da Mammafelice (vedi qui) e si tratta di un telaio da tessitura montessoriano.
Il miei scopi erano: far passare il pomeriggio, realizzare un giochino che andasse bene per entrambi i miei bimbi e trovare un modo divertente per far allenare Killò con la manualità fine.
In realtà, quando ho iniziato a fare il disegno, Biondazzurra si è inventata una storia molto carina che ha fatto diventare speciale questo giochino.
La storia è questa: il ragno Giovanni ha costruito la sua ragnatela, ma non stava bene, “si vede dagli occhi che ha il raffreddore”. Gli è venuta così cosi.
Chi lo può aiutare a rinforzare la ragnatela? Ma noiiii! :)) E via di tessitura....
E poi, la prima volta che ho tirato fuori il mio lavoro e mi sono seduta sul divano a ricamare, è successa una magia: Biondazzurra è corsa a prendere il telaio al grido di “Cucio anche io!”. E l'ha fatto, per almeno 20 minuti. A Killò ho dato il metro da sarta e del filo e questo è bastato.

In sintesi il mio consiglio è: passate un pomeriggio a creare il vostro telaio montessoriano (seguendo le istruzioni che trovate al link) e poi mettetevelo nel vostro cesto del cucito!!!
Non posso giurare che questa strategia di sopravvivenza funzionerà anche a casa vostra, ma si può tentare, no?


Peraltro con questo post provo a partecipare al mio primo contest, quello di Con il cuore e le mani, Aspettando insieme il Natale.
Uso le prime due parole:
buchi perché è evidente che il telaio ce li ha e dono perché, se funziona, è un bel regalo da fare.... a se stesse ;).

21 commenti:

  1. Fosse anche solo per 10 minuti, sicuramente per ogni mamma questo è un grande DONO! Grazie per la tua partecipazione, condivido su FB :-)
    Ciao, Linda

    RispondiElimina
  2. P.S. non avevo ancora letto il tuo commento sul mio blog. Ma certo che vale la tua interpretazione anche se non è proprio natalizia! E poi chi l'ha detto che grazie a questo spunto non si possa pensare a un telaio natalizio... uhm, mi è già venuta una bella idea! ;-)

    RispondiElimina
  3. Evvivvaaaaaaaaaaaaaa.... perché, diciamoci la verità, il vero motivo per cui ho aperto questo blog è il partecipare ai contest :))
    E grazie.
    il telaio natalizio tipo abete e il filo fa la decorazione? uhm... può essere :)

    RispondiElimina
  4. Esattamente all'alberello avevo pensato, oppure un stella! La fantasia non ha limiti ;-)

    RispondiElimina
  5. cara Linda, dove non si può arrivare con la fantasia, arriveremo con la perfezione dell'esecuzione eheheheh
    e mi stai pure simpatica

    RispondiElimina
  6. Bellissima idea per intrattenere i bimbi ma anche per farli avvicinare a questo tipo di manualità. Grazie Loretta.

    RispondiElimina
  7. ciao Loretta: son felice che ti piaccia e che tu sia passata da qui. :)

    RispondiElimina
  8. Semplicemente grazioso. Complimenti. Ciao.

    RispondiElimina
  9. E ciao ancora Marta. La tua visita mi fa molto piacere e se sei sempre così gentile, ti prego di ripassare e ripassare ;)
    "Semplicemente grazioso" è un complimento bellissimo. grazie

    RispondiElimina
  10. ma questo è un blog fresco di stampa!!!!!!!!!!!!! ma che bello, che cura. se chi ben comincia è a metà dell'opera, vai tranquilla che tu sei messa un sacco bene! un piacere cara barbara e in bocca al pixel! Panzallaria

    RispondiElimina
  11. cara Panzallaria, il blog è fresco fresco, ma si può dire anche vuoto che non mi offendo ;)
    Devo dire che il solo fatto di avere un TUO commento mi bastava, anche se scrivevi solo "Bu". Se poi mi fai anche i complimenti capita pure che mi commuovo :)
    e io sono appena stata da te e credo che tutti dovrebbero farlo, la mattina appena si alzano. Si capisce cosa voglio dire? grazie

    RispondiElimina
  12. Ciao!!!! Il tuo Killò è bellissimo e sono felice che tu abbia deciso di aprire un blog. A me il blog aiuta tantissimo nei momenti in cui mi sento triste, quando mio figlio fa troppi capricci e mi chiedo se il motivo sia perhcè è figlio di genitori separati... Anche a me da gioia leggere i commenti che mi lasciano, avere un piccolo spazio tutto mio dove sfogarmi, parlare di quello che mi va e tacere delle cose che sono troppo personali. E condividere tutte le cose belle che vorrei altre persone conoscessero e provassero, la condivisione gratuita mi piace tanto! Spero che sia una bellissima avventura anche per te, io ti seguirò! Un abbraccio, Claudia

    RispondiElimina
  13. Ecco, dall'emozione ho sbagliato a scrivere il commento, chiaramente volevo lasciarlo in un altro tuo post eh eh. :-)

    RispondiElimina
  14. ciao Claudia, tu scrivi i tuoi commenti dove ti pare che a me va benissimo:)
    sono contenta che tu sia qui e che mi seguirai!!!!! mi pare impossibile.
    detto fra noi, il topastro fa i capricci perchè è un bambino e se voi non foste separati li farebbe lo stesso ;)
    a presto

    RispondiElimina
  15. Ma certo che ti seguirò, mi piacciono le mamme che cuciono e che si divertono con i propri bimbi! Grazie per il tuo commento al mio :-)

    RispondiElimina
  16. che figata!!! per mia figlia sarà Ragno Martino (da uno dei suoi libri preferiti). Ha due anni e mezzo ma credo che possa farcela! Invece per un bimbo di 6 mesi cosa consigli??? ehehhe! io praticamente cucio il pomeriggio quando, e SE dormono in sincronia, o la sera tardi, quando i miei occhi non ce la possono fare!

    RispondiElimina
  17. @mammapappa: per tua figlia vedi se fare i buchi con la perforatrice o allargarli in qualche modo, perchè il gioco deve essere divertente, non frustrante! per il piccino: e se a lui plastichi qualche bella immagine di cose colorate o in bianco e nero, così per guardarle e tenerle in mano? con i figli così piccoli, è un miracolo che tu riesca a cucire!!! :)

    RispondiElimina
  18. Bellissimo gioco! Un gioco in cui si apprendono tante abilità... purtroppo no ho potuto inserire il tuo link visto che l'iniziativa era chiusa, ma ti ringrazio di aver partecipato! Alla prossima!

    RispondiElimina
  19. Fatto! Ho preparato una farfallina per Luna (http://blogdiluna.blogspot.com/2012/02/giocando-simpara.html). Ha 2 anni e 1/2 e in effetti fa un po' fatica da sola ad infilare il laccio. se però io le tengo la farfalla lei con due mani riesce benissimo!
    Certo questo non mi aiuta a cucire o fare altri bricolage (tanto con il fratello di 10 mesi in giro che non dorme mai non sarebbe comunque possibile!), ma é sicuramente un ottimo esercizio di motricità per le sue manine!
    Grazie Barbara per l'idea!
    Veronica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che brava Luna! Killò è poco interessato, preferisce il giochino di infilare i fagioli secchi in una scatolina col buchetto.... l'idea è simile ;)

      Elimina
  20. Bellissimo questo gioco, e il ragno! Grazie!! Jessica

    RispondiElimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...