domenica 22 luglio 2012

Il mondo negli occhi



In un pomeriggio come tanti, Killò ha deciso di farci un regalo grande e inaspettato. 
Si è addormentato di schianto sul divano.
Ho superato un primo momento di stupore, ho controllato che respirasse, perchè  mi è subito sorto il dubbio, e, dopo aver constatato che non solo respirava, ma russava anche, ho tirato un sospiro di sollievo.
Due ore di pausa sono un regalo che non capita tutti i giorni.
Invece di darmi alla pazza gioia, d'improvviso mi sono sentita scendere addosso tutta la stanchezza di questo periodo.
Ho rallentato i pensieri.
Ho smesso di pensare alle lavatrici da fare, ai chili di biancheria da stirare, agli impegni e alle bollette, a ciò che devo fare e a ciò che non ho fatto.
Mi sono semplicemente fermata, non proprio per scelta, ma per sopravvivenza, e, anche solo se per un po', sono riuscita a svuotare la testa.

Ce ne siamo andate in giardino, io e Biondazzurra, in un orario in cui solitamente non usciamo, tutte belle unte di spray antizanzare.
Abbiamo giocato con quei puppazzetti che lei adora e che sta comprando con i suoi magri risparmi, i Pacciocchini.
(Per le mamme interessate, si trovano anche all'Eurospin a 1 euro).

Con i gessi abbiamo disegnato una piccola campana e non immaginate come saltano, quei bambolini!

Sdraiate, con il viso nell'erba, abbiamo visto nascere un piccolo mondo, arredato da noi con sassi, ramoscelli e foglie, minuscoli, proporzionati ai piccoli amici.
Quante volte ho visto questa scena, con la Bionda che gioca con i Pacciochini, e non ho colto la magia! 
L'ho sempre guardata dall'alto, come fanno gli adulti.

Osservati da una prospettiva diversa, da vicino, anche dei pupazzetti di gomma acquistano un loro fascino. 
Lo sguardo si ferma sui particolari, l'erba ti pizzica le gambe, si sente nel naso il profumo del rosmarino, della menta e dell'origano che abbiamo piantato 20 centimetri più in là.
Ho pensato che Lei, come ogni bambino, si immerge completamente nel gioco, con gli occhi e con la testa, si estrania dal resto, e si tuffa completamente in questa dimensione magica. 
Ho pensato anche che io non lo so più fare spontaneamente e che riesco ad acciuffare solo brevi scorci di questa realtà fatata e solo attraverso gli occhi dei miei bambini.

C'è un mondo lì dentro e, a volte, mi sembra di scorgerlo, nelle espressioni assorte o stupite, in quegli sguardi così puri, nell'azzurro degli occhi di Biondazzurra o nel grigio-castano di quelli di Killò.





Ci sono adulti che sanno vedere con gli occhi dei bambini e altri che, unendo capacità tecnica, sensibilità e talento, sanno raccontare con le immagini la bellezza fatata che ci circonda.

Una di queste persone è Kelle Hampton del blog Enjoying the Small Things, che in ogni sua foto riesce a catturare un momento di magia.
Guardate questo post, l'ultimo pubblicato, su una loro giornata in spiaggia e capirete.
Io lo faccio spesso, vago nel suo blog, mi perdo nelle foto, mi riguardo articoli del passato e, qualche volta, mi commuovo.
Non mi commuovono gli occhietti di Nella, la sua incantevole bimba che come Killò ha la Sindrome di Down; le foto di Nella mi riempiono di speranza e di gioia.
Mi commuove la sorella più grande, Lainey, una deliziosa donnina, che mi ricorda Biondazzurra.... Inutile specificare che per me, questo blog e queste foto hanno un significato profondo :)

Kelle ha creato una fondazione e ha raccolto più di 200.000 dollari, ma non scrive molto della Sindrome di Down: nelle sue foto, nella sua vita, è evidente che la Sindrome di Down è solo un particolare che può (deve) essere guardato da una nuova prospettiva.

Quando di notte, leggo i suoi post e ammiro le sue foto perfette, quando mi commuovo pensando a quanto le sono grata per ciò che sta facendo, quando l'emozione diventa troppa da gestire, io lancio il Google Traduttore. 
Provateci, assicuro momenti di grande ilarità!

(Terza tappa del Cat 2012: Presentami un blog di fotografia. Ho saltato la seconda tappa e ho il dubbio fondato che probabilmente ne salterò altre... Perdonatemi, sto cercando di sopravvivere :))))

Vi segnalo che anche Claudia ha segnalato il blog di Kelle (qui il suo post). 
Claudia è un'amica virtuale e conservo alcune belle mail che mi ha spedito. Sul suo blog, nella barra a destra, ha inserito la foto di Killò e il logo della Giornata della SdD che rimandano a due miei articoli. E' stata una sorpresa che mi ha fatto un giorno e che mi rallegra ogni volta che passo da lei.




56 commenti:

  1. belli questi paciocchini..dici che son troppo vecchia? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)))))))))))
      Non si è mai troppo vecchie! ;)

      Elimina
  2. Ultimamente son stata un po' assente, ho letto ma commentato di rado, ma i tuoi post son sempre più belli, e i tuoi bimbi... fantastici! Bella l'immagine di mamma e figlia sdraiate fra l'erba a giocare con i Paciocchini... ed è proprio vero che viste dal basso le cose dei bimbi hanno tutto un altro significato, diventano magiche... peccato che non riesco molto spesso a sdraiarmi anch'io, non sò perché, ma la tua frase mi ha risvegliato la voglia di farlo. Un abbraccio grande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pasty, so che sei in un periodo di rinascita :) e spero ci sia più tempo per sdraiarti :)

      Elimina
  3. Vale, eccome se vale!
    Sbancare il botteghino come al Monopoli saltando una tappa e lasciando gli altri giocatori di stucco per un asso nella manica:
    una carta delle Opportunità giocata sapientemente.
    Mi arrendo all'evidenza di vederti moralmente vincitrice di questa tappa:
    le foto Kelle indimenticabili, le tue pure, hanno un delizioso luccichio che me le fa risultare a tre dimensioni.
    Sei sempre nei miei pensieri,
    e ho voglia di rivederti.
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu pompi la mia autostima :) e mi fai ridere.
      Sai che ricambio l'affetto

      Elimina
  4. wow... Per me è un grandissimo onore essere citata in un tuo post e sai benissimo, anche se lo voglio scrivere qui in modo che lo leggano tutti, che ti stimo moltissimo! Adoro il tuo stile di scrittura e ogni volta che vedo un nuovo post me lo gusto piano piano in modo che il piacere non finisca troppo in fretta. E per me è un grande onore anche tenere la foto di Killò sul mio blog! Senti ma i paciocchini esistevano già tanti anni fa vero? Perchè credo di averne una decina che ho regalato al Topastro ma che non sono stati molto graditi infatti non so dove sono finiti :-)
    Il blog di Kelle è assolutamente meraviglioso e pure io mi perdo in quelle foto ricche di emozioni.
    ...che occhi Biondazzurra!!!
    Mi raccomando resisti, siamo già quasi a fine luglio :-) bacio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia, la stima è assolutamente reciproca. Io ti sono proprio grata, ma non riesco a dire di più (un po' di emozione...)

      Dei paciocchini non so, qui sono una scoperta recente, ma vedo dai commenti delle altre che hanno una loro storia. Chissà da quanti anni esistono?!

      Kelle è un'enorme fonte di ispirazione e anche di gioia. Posso dire lo stesso di te :)

      Elimina
  5. i tuoi post sono sempre così splendidi e veri! Sai quante volte di giorno le mille cose da sbrigare mi hanno tolto questi attimi coi miei figli e la notte poi, quando tutto sembra rallentare ed io mi fermavo a guardarli dormire... avevo la tentazione di svegliarli e di abbracciarli, sapevo di aver perso qualcosa!!
    Un abbraccio Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia
      anche io ho quella sensazione a volte. Bisognerebbe riuscire a rallentare e non aspettare che il mondo rallenti, ma è difficile davvero. Qualche volta ci riesco (e ci scrivo un post). :)

      Elimina
  6. Beh io mi perdo nei tuoi post. E quanto è vero che i bambini vedono cose con occhi diversi, siamo noi che dobbiamo abbassarci alla loro altezza. E tu sei come sempre fantastica
    Ciao Elena

    RispondiElimina
  7. A volte le montagne di cose da stirare, le mille cose da sistemare non valgono quanto lasciar perdere tutto e ricavarti anche una mezzoretta con i tuoi figli ed esserci veramente, sia fisicamente che mentalmente... non è sempre facile, noi adulti non sentiamo l'urgenza e il bisogno di giocare come loro.. ma fà bene ricordarsi quanto sia giusto staccare la spina per inginocchiarsi e ridiventare bambini insieme ai tuoi bambini anche solo per un pò. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pause che ricaricano lo spirito e l'energia. Sto provando a ritagliarne di più, con enorme fatica poi ripagata. Dai che ce la fai anche tu!

      Elimina
  8. Mi sembra che tu abbia bisogno di un abbraccio... ti è arrivato? ;)
    Scherzi a parte, spero che scrivendo tu sia riuscita ad esorcizzare la stanchezza... te lo auguro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo riconoscerti una grande capacità di leggere fra le righe.
      E ogni tuo commento, alla fine, è un abbraccio :)

      Elimina
  9. Barbara ti seguo già da un po'...adoro le mamme come te...siete speciali...e i tuoi figli sono meravigliosi, il blog di questa signora kelle non lo conosco e ora corro a vederlo..ma da come lo descrivi sarà molto bello...ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Serena, quanti complimenti. Ti ringrazio :)

      Elimina
  10. bellissimo post e bellissimo blog... gente che sa fare foto così, cogliendo quei momenti infinitesimali e perfetti in cui il reale somiglia così tanto a un'illustrazione, hanno tutta la mia incondizionata ammirazione...
    (questa caccia al tesoro mi ha sconvolto... pensavo fosse più facile... io finora non conosco blog che rientrano in nessuna delle due categorie!!!)
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (la caccia al tesoro è difficilissima!! D'altronde cerchiamo un tesoro, mica pizza e fichi) :)

      Elimina
  11. "C'è un mondo lì dentro", proprio come qua dentro, in questo tuo spazio virtuale che è un dono leggere.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      Mi hai steso. Non ho nessuna scemata da dire in risposta.

      Grazie.

      Elimina
  12. adoro le foto di kelle e come veste le bimbe!! meravigliose spero di avere le stesso gusto x Noah!!!!i tuoi figli Barbara sono stupendi dalla testa ai piedi ma si sa gli occhi sn lo specchio dell'anima e loro sn così meravigliosi

    RispondiElimina
  13. Anche io seguo Kelle Hampton e le sue foto sono davvero meravigliose! Lei e le sue bimbe sono davvero speciali!

    RispondiElimina
  14. Devo ringraziarvi, sia te che Kelle o meglio dovrei dire Killo e Nella, perchè mi avete permesso di avvicinarmi alla Sindrome di Down con occhi deversi, incantati e gioiosi, da cui posso solo imparare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Verdeacqua, il tuo commento mi regala un attimo di gioia. Quello di offrire un nuovo sguardo sulla Sindrome è ciò che mi auguro, nel tempo, di riuscire a fare. Se non riuscirò, meno male che c'è Kelle ;)

      Sono venuta a vedere il tuo blog e ho visto foto bellissime. Ora ti seguo ;)
      A presto

      Elimina
  15. Bellissimo il blog che, grazie a te, seguo da un po'. Bellissime le foto, come anche le tue. Non ci sono parole poi per i sorrisi dei bimbi. Un abbraccio, Jessica

    RispondiElimina
  16. Ho conosciuto il blog di Kalle proprio grazie a Claudia e ne sono rimasta incantata... non so perchè ma in questo periodo tutto quello che leggo mi invita a rallentare e a non cercare di fare sempre tutto e di più...
    che occhioni, tutti e due...

    RispondiElimina
  17. ogni tanto capito nel blog di Kalle, non ho mai usato il traduttore ma le immagini parlano da sole.
    Una cosa in più ahhhh i paciocchini anche mia figlia li adora e ci giocavo anche io da piccola!

    RispondiElimina
  18. Nella prima parte di questo post ho avuto la splendida sensazione di leggere "il piccolo principe"...in chiave moderna, riadattata ai giorni nostri...vedila come vuoi...ma mi hai dato le stesse emozioni. Un bel momento di evasione in questa impegnativa estate... ma quando riapre la materna?!?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddaiiiii.......... il piccolo principe!!!! :))))))))))))

      Riapre il 10 settembre :)

      Elimina
  19. I regali inaspettati di tempo sono in assoluto i migliori, specialmente se si riesce ad usarli bene come hai fatto tu, viso nell'erba e pensieri in sosta. Con meno stanchezza gli occhi dei nostri bimbi sino ancora più belli, vero?

    RispondiElimina
  20. ciao, è la prima volta che ti leggo. anch'io ho citato il blog di kelle hampton nella caccia al tesoro e sono arrivata al tuo proprio perché ho visto che lo hai citato anche tu. E' il mio compagno di giornate da diversi mesi a questa parte, da quando l'ho scoperto. Mi tocca il cuore, mi commuove, mi fa sorridere e sperare. Mi riempie di gioia. Sono tante le sensazioni che mi dà quel blog. Ora piano piano leggerò anche il tuo. Nel frattempo mi sembrava bello presentarmi prima di sbirciare in casa tua. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao momincofeebreak,
      vado a leggere il tuo post e ti ringrazio di essere passata e di esserti cos' carinamente presentata :)
      (ma carinamente è italiano? mah!) :)

      Elimina
  21. Ciao,
    ti seguo da quando è nato questo blog, ma con questo post hai colpito al cuore e ieri sera mi hai fatto riflettere. Ho due bimbi anche io e spesso quando sarebbe ora di stare con loro sono stanca, devo cuscinare, lavare, stirare... Quanto è importante vedere il mondo dalla loro prospettiva e quanto difficile. Così come è difficile concentrarsi in modo assoluto come fanno i bambini quando giocano.
    Un bacio a Killò e Biondazzurra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      sono contenta di averti colpito al cuore :)
      Io di fatto ho Killò che è un promemoria vivente, che mi invita tutti i giorni a rallentare. E' difficile e a volte ci riesco, a volte no.
      Quando ci riesco, però, mi sento così bene che mi chiedo perchè non provarci ancora e ancora....
      :)

      Elimina
  22. Cara Barbara, Biondazzurra è bellissima e penso che i momenti trascorsi con lei siano inappagabili...
    Sai che ogni volta che guardo Killo' mi si riempe il cuore....il suo sguardo emana tanta dolcezza...dolcezza che solo i suoi occhi possono trasmettere.
    Un abbraccio forte
    Anna

    RispondiElimina
  23. ti lascio un abbraccio cara barbara...il commento di prima è sparito ho fatto sicuramente un casino....giusto un abbraccio per dirti grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) e ti faccio pure l'occhilino, che ci siamo capite ;)

      Elimina
  24. Oltre a dirti che gli occhi di Biondazzurra sono fotonici, ribadisco quello che già sai: i tuoi post sono sempre belli e spunto di riflessione. Oltre che estremamente ricchi di sentimenti messi nero su bianco.

    RispondiElimina
  25. Sei fortunata ad avere Biondazurra e Killò!!!! Seguo da tempo Kelle ed ogni volta che apro il suo blog mi riempio il cuore....

    RispondiElimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...