mercoledì 4 luglio 2012

Traduzioni simultanee




Ricopro da anni un ruolo fondamentale all'interno della mia famiglia: sono la traduttrice in simultanea di Killò.




Non che lui non si sappia spiegare, anzi, è il maestro assoluto della comunicazione non verbale, il re incontrastato, colui che ci sta insegnando il potere e l'emozione profonda di un linguaggio antico, universale, che noi adulti abbiamo un po' dimenticato.

Biondazzurra non ha bisogno di traduzioni: lei conosce e vive in questa dimensione e, senza saperlo, ne è una raffinata interprete.


Il mio ruolo prevede invece la traduzione in simultanea delle parole e delle frasi che Killò pronuncia ed è ancora più impegnativo adesso che dalle richieste, siamo passati ai commenti e ai racconti.

Biondazzurra funge da assistente e non è raro che passi al comando e mi suggerisca interpretazioni puntuali del fantasioso lessico del fratellino.


E' un compito difficile, ma unendo il linguaggio del corpo, il contesto e tutte le mie abilità di concentrazione e di intuito, porta a grandi risultati.


Queste foto vorrebbero documentare una mattinata con noi allo scopo di mettere in luce le mie doti di traduttrice ;)

 

"Pippo, arda!" (Traduzione: "Pippo, guarda la mamma che ci sta scattando l'ennesima foto, ma non fare il sorriso da star, piega solo un po' la testa affinché lei capisca il disappunto che proviamo nell'essere fotografati nel momento del risveglio!")
 


Killò si sveglia, lo bacio, gli scatto la foto e lui esprime il suo dissenso in modo lieve ma efficace.

Fatta la colazione, ovvero trangugiato un biberon solitamente in posizioni assurde (ma simpatiche), corre in giardino ma d'improvviso si ferma, esclamando un: "Oh no!", con sguardo dritto alla macchina fotografica.

La traduzione l'ho scritta sulla foto: ha dimenticato sul divano Pippo, l'orso che in questa mattinata ci ha fatto compagnia.

 


Rimediato al misfatto, non si può resistere al fascino dei sassi. Pippo viene prontamente e amorevolmente condotto sul ghiaino, dove Killò ha la pazienza di illustrargli la meraviglia di questo tesoro.

"Sassi, Pippo" e "Voi uno" non hanno bisogno di traduzioni.

Purtroppo l'orsetto non sembra interessato o forse non coglie l'infinite potenzialità di una distesa di sassolini pungenti ma Killò se ne frega. Lo mette a dormire ;) e inizia i suoi travasi, con la concentrazione dello scienziato che esperimenta nuove formule.

Sullo sfondo si noti il piccolo percorso adventure outdoor per piedi piatti e non, creato dalle nostre amorevoli manine.


 
 
Con l'estate siamo man mano regrediti alla stato brado e, almeno in giardino (e in casa), abbiamo abbandonato l'abitudine alle scarpe. I piedi si sporcano, lo sappiamo, ma ci piace drammatizzare, creare eventi. Si alza un urlo, mentre dondoliamo sull'altalena:
 
"Mammaaaaaaaaaa, piedi!" (Traduzione: "Mamma, accorri! I miei piedi si sono infangati, come succede peraltro tutti i giorni!)

Segue una carinissima espressione di preoccupazione e malinconia, che potrebbe essere facilmente scambiata per una reale sofferenza.
Killò è un abile attore che giustamente sfrutta il suo talento nell'espressione delle emozioni, per ottenere ciò che desidera.
L'interpretazione corretta di questa foto potrebbe lasciare stupefatte tutte le persone che non hanno figli :)
 
 
"Che bello, sono riuscito a sporcarmi i piedi per bene, Ora fingo di esserne disperato, ma non troppo, perchè sia assolutamente verisimile, così la mamma mi permetterà di aprire l'acqua per lavarli e poi, con abile mossa, io provvederò a bagnarmi completamente".




Logicamente io conosco il trucco, ma a volte mi intenerisco e fingo di credergli. Ci andiamo a lavare i piedini e, in tre minuti, Killò riesce a farsi il bagno completo.


E la mia biondissima assistente?

Lei vive sull'albero e, da lì, traduce, sottolinea, incalza, incoraggia, intona.

 

La bambina che viveva sull'albero
 

In questa estate da mamma a tempo pieno, disponibile 24 ore su 24, faccio anche la bagnina.

 

 


 

 

55 commenti:

  1. fantastico il vostro giardino, eh si come mamme si è traduttrici e interpreti dei propri figli :)
    e quelle espressioni di disappunto/malinconia finte le ha anche la mia piccola Caia che è un'attrice nata che cerca in tutti i modi di farmela sotto il naso proprio come il tuo bellissimo Killò :)

    RispondiElimina
  2. Che Killò sia un grande attore è innegabile: fa delle espressioni che sono fantastiche!

    E tu come fotografa, mamma-salvagente e traduttrice sei molto credibile: ma la foto appena sveglio è una cattiveria :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia credibilità è salva (tiro un sospiro di sollievo).

      Cattiveria è esagerato! Ma hai visto che carino che è appena sveglio? ;)

      Elimina
    2. no no è cattiveria! :P
      ed è carinissimo anche appena sveglio: troppo buono però! hahahahaha

      Elimina
  3. Ora però te la faccio io la traduzione:
    "In questa estate da mamma a tempo pieno, disponibile 24 ore su 24, faccio anche la bagnina"
    "In questo lunga Estate calda, ho fatto finta di accettare con ritrosia la piscina per i bambini (chiamasi fare la preziosa per ottenere l'oggetto dei desideri), ora con la scusa di sorvegliarli a vista, me ne sto coi piedi a mollo e cerco un po' di frescura nella canicola. Ora se per cortesia ve ne andate, faccio anche un tuffetto" :P
    Tu sarai esperta di comunicazione non verbale di Killò, ma occhio (anzi oKKio) che la categoria mamme per me non ha segreti :P
    Un grande abbraccio <3

    RispondiElimina
  4. Uhhh come ti capisco! Giulio ha 20 mesi e non dice una parola che non sia "mamma" eppure è il vero mago della comunicazione non verbale....e sinceramente spero che si conservi cosi per un po', è troppo forte e come dici appunto tu ci insegna davvero ogni giorno che si può "parlare" anche senza parole.
    E anche lui ha una sorella grande che fa da interprete: e che belle queste sorellone così in sintonia con i piccoli.
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S.: la foto di Killò con la manina sulla bocca (ops! ho dimenticato Pippo) è me-ra-vi-glio-sa

      Elimina
  5. Che bei momenti di vita! A vedere le tue foto mi e' venuta voglia di una piscina grande come il giardino dove far sguazzare Bibi e Bibo, peccato che il caldo ve lo siete tenuti tutto li in italia ed a noi sono rimasti pioggia e 15 gradi, va a finire che mi autoinvito e porto i miei Bibi a fare il bagno con Killo e Biondaazzurra!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. ciao barbara... povero killò, appena sveglio la foto... secondo me chi ha un blog è soggetto a bloggeropatia: qualsiasi cosa tu faccia o pensi viene subito sottoposta alla domanda "può andare sul blog? e come?"
    è un rischio che si corre ma... in fondo in fondo secondo me i tuoi piccoli sono contenti di essere partecipi di questa tua avventura!
    buona estate con il tuo lavoro-multiplo di traduttrice, bagnina e... fotografa :-)
    ciao, taced

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh, Taced, aggiungi cuoca, maggiordomo, stilista, parrucchiera....insomma mamma :)

      Elimina
    2. metti pure "multitasking"....
      ciao
      taced

      Elimina
  7. anche noi stiamo sempre scalzi... ma quanto è bello!! l nostro problema è che tommi detesta farsi lavare... almeno killò ne è contento... fa pure il finto dramma per farsi mettere a mollo!! :-)
    incredibile quanto si impara a tradurre, standoci sempre insieme eh? fino a un anno fa non credevo sarei stata capace di questa traduzioni simultanee, dove IA può significare zia, zina (il nome della nonna), pallina e (del tutto incomprensibilmente!) balena!!! ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si impara tantissimo, ascoltando, guardando con attenzione. Spero sia una capacità che una volta acquisita non si perda per strada.
      Sì, scalzi è bellissimo e rilassante, perchè mi trovo noiosa, in inverno, quando continuo a ripetere "mettiti le calze mettiti le calze mettiti le calze" :)

      Elimina
    2. uff...niente da fare... devo disdire la mia partecipazione allo strano concorso2, rinunciare al mostro mangia-patacche che avevo in testa e al tuo banner fichissimo... sigh... la macchina da cucire è lì, che mi aspetta in un angolo della sala, ma per arrivarci ci sono tre lavori da finire urgentemente, due pile di panni da stirare, le abatjour da dipingere, i vetri delle porte pure e una montagna di foto da sistemare. Una volta aggirati questi ostacoli (non risolti, sia chiaro, solo aggirati) incontro Tommaso in assetto di guerra che vuole giocare ora-subito-e-non-c'-è-niente-da-fare!
      Sarà per quando avrò più tempo... quindi probabilmente quando Tommaso avrà preso la patente... :-(

      Elimina
    3. Francesca, nessuno più di me ti può capire in questo momento. :)

      Elimina
  8. Ma vivi al parco Sigurtà? ;)
    Anche a me piace fare il traduttore. Dev'essere per quello che i gemelli stentano così tanto a iniziare a parlare. "Culaata, culaata" non significa, ad esempio, che stanno guardano il sedere all'amichetta ma che vogliono ancora (cula) acqua (ata).
    Buon bagno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I emelli stentano a parlare perchè sono due e sono i secondi figli (hai studiato un po' sui blog mammeschi, vero?!). E' fatto risaputo.

      Sei un traduttore di grande talento, però. Questa era difficilissima.

      Elimina
    2. Si, senza falsa modestia, sono un grande traduttore (al lavoro sono il più quotato). Però come padre perdo colpi... dimentico perfino i fondamentali ;)

      Elimina
    3. Oh, beh, anch'io come madre perdo colpi, specialmente in questo momento di convivenza totale. Speriamo siano fasi....

      Elimina
  9. ma Killò è bellissimo! e tenerissimo come la sua mamma e che bel giardino, pagherei per aver così tanto verde vicino a casa! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ma fantasticooo. Però secondo me nella prima foto voleva anche dire "mamma visto come sono bello pure appena sveglio? Mica come voi grandi che appena svegli fate spavento" e soprattutto vuoi mettere lavare solo i piedi e non dover lavare migliaia di calzine????
    E si sulla foto con i piedi in piscina concordo con la traduzione di Ba.Strano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul lavare meno calzine e meno vestiti, sto pensando di avviare un esperienza nuova: nudismo (loro) in giardino. Ti dirò :)

      Elimina
  11. Mamma fatta così ti comunico ufficialmente che leggere i tuoi post è una delle cose più belle che mi sia capitata in questo periodo....non abbandonarci e continua a scrivere per noi!!!
    I tuoi CUCCIOLI sono ME-RA-VI-GLIO-SI!!!
    Grazie per la compagnia che mi fate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mammapiky, ti comunico ufficialmente che mi hai commosso. Non è facile, ma ci sei riuscita con queste parole.
      Grazie e spero di riuscire davvero ad essere presente anche questa estate. Ci provo.

      Elimina
  12. Qui due sorelle in modalità google traduttore quando a esprimersi è la micrognoma...
    E anche qui tre gnome appartenenti alla tribù dei piedi neri!

    RispondiElimina
  13. Decisamente un piccolo pezzo di paradiso :)!
    Non credo si possa desiderare di più!
    Felice bagno dolcissima e innamoratissima mamma Barbara ;D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi vuoi bene, tu :) Posso dirti grazie? :)

      Elimina
  14. Che bel post :) quanta allegria nelle espressioni di killò!!! :) anche io amavo vivere sugli alberi, sporcarmi con il fango e schizzarmi con l'acqua, beh quest'ultima anche ora!!!
    Goditi la tua estate a bordopiscina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, anche ora puoi vivere suli alberi e sporcarti con il fango!! Ti piace ancora, no? ;)

      Elimina
    2. certo!!! grazie per l'offerta, potrei sbucare scalza da quelle parti!

      Elimina
  15. ciao Barbara. E' la prima volta che scrivo , ma ti leggo, un pò saltellante. Qui il mio compito è quello di tradurre dal mondo di un adolescente a quello mio sostanzialmente. Difficile missione, perchè ogni giorno un adolescente cambia, ti spiazza e ti trita come carne per polpette. E tu resti senza parole e spesso anche senza braccia!! A presto. http://carloepaolaueddingh.blogspot.it/ Paolè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolè,
      l'adolescenza mi intimorisce parecchio. Ma se, come dici tu, serve saper tradurre, è incoraggiante il fatto che mi sto allenando.
      Grazie che sei passata di qui :)

      Elimina
  16. quando è lì con i piedi infangati ha la stessa espressione di sarah che dice "mamma, posso farmi la doccia!. che vuol dire coprire con il baattolo del balsamo il tappo e creare una pozzanghera, sono tutti uguali.E oi mamme siamo conoscitrici del mondo bambino... io più che interpretare sarah parlo come lei. A noi piace il fuzzia... i nostri amici ango sempre da fare... papà è rimasto "lapis" da quando aveva 9 mesi. anche io lo chiamo lapis.Tu cerca di sfuggire a questa legge del contrappasso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perchè, è bellissimo parlare uguale ai propri bimbi! E poi lo facciamo già :)

      Elimina
  17. Che meraviglioso quadretto estivo! si respira riposo, tranquillita', serenita', divertimento, caldo, che qui a Londra e' un sogno...il lavoro di mamma e' duro, ma cosa c'e' di piu' bello che passare il tempo con loro? vallo a dire a chi lavora piu' di 10-12 ore al giorno e sogna momenti come questi. Non hanno prezzo.

    Antonella

    RispondiElimina
  18. Quella piscina mi sa che ti sta piacendo sempre più! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La adoro! Ma l'avevo ammesso che aveva ragione Matteo, perchè davvero è un'idea geniale (nonostante il cloro, la copertura, accendi e spegni il motore) :)

      Elimina
  19. Ogni volta che vedo una foto di Killò penso a com'è bello ... da mordere.

    Zia Lalla

    RispondiElimina
  20. Anch'io vengo a fare la bagnina!!!!!!!!!!!!!!!!!
    È un problema se vado solo dove tocco e so nuotare solo a "cagnolino"?????
    Posso dire una cosa? Anch'io traduco giorgia,a volte persino al suo papà...e ne vado molto fiera!!!!! Ovviamente senza darlo a vedere. X una volta sono io molto più 'avanti' degli altri,e sono io ad avere un rapporto speciale con lei...io la vedo un po' come una sana dose di autostima,,,
    buona estate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, si tocca dappertutto e non si riesce a nuotare!
      Sono fiera anche io di questo ruolo di traduttrice, ma forse non è proprio un merito. Oggettivamente sono quella che passa più tempo con lui

      Elimina
  21. Cara Barbara,

    quei piedi nudi che corrono sulla terra ( e se si ferissero con un rametto?), Biondazzurra arrampicata su un albero, il pericolo di zanzare e tafani, insomma tutta quella Natura da cui sono circondati i tuoi figli, è ciò che mi colpisce di questo post.
    Non è tanto la tua capacità di traduttrice che ti ammiro ( e anch'io nel mio piccolo: dalle gemelle estrapolo poemi udendo solo poche sillabe) quanto la tua serenità , mentre i bambini corrono grossi pericoli. : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ė ironico questo commento, vero?
      Ahhahahahahahahahha

      Elimina
  22. Meraviglioso, lui, te, voi. I canali della comunicazione hanno tante porte, quella dell'amore è la più semplice. Killò è di una simpatia incerdeibile. Anche mio figlio va scalzo e quando si sporca i piedi dice lallaba delle cose incomprensibili. Dentro allo sgurdo dei tuoi figli si legge la serenità. Segno che stai facendo il miglior lavoro del mondo.
    Raffaella

    RispondiElimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...