venerdì 6 settembre 2013

Pregiudizio n.1

Se dico: "I bambini biondi sono affettuosi e sempre sorridenti, come degli eterni bambolotti" si dubita immediatamente della mia intelligenza. 
E' una frase palesemente sciocca. I bambini sono tutti diversi, nell'aspetto, nel carattere, nei desideri e nelle loro fragilità. E' risaputo.


Se dico: "I bambini con Sindrome di Down sono affettuosi e sempre sorridenti, come degli eterni bambolotti", in pochi dubitano della mia intelligenza, mentre gli altri acconsentono e fanno sì con la testa.
Eppure è una frase sciocca.
Ma se ribatto: "Ma non è vero! Vi pare possibile che dei bimbi, seppur accomunati dalla sdd, siano tutti uguali? Che non contino il loro carattere, le loro esperienze, i desideri e le fragilità?" vedo sguardi stupiti, come se mettessi in dubbio una verità dogmatica, una conoscenza condivisa e certa.
In tanti la pensano così, è una convinzione diffusa.
Ma...
Le convinzioni diffuse, i sentito dire, altro non sono che pregiudizi tanto radicati da non essere più messi in dubbio.
I pregiudizi sono cazzate fastidiose, lasciatemelo dire :)
Parte la rubrica "pregiudizi sulla sindrome di Down", con apposito tag (accetto volentieri suggerimenti sui pregiudizi più malfamati, in privato please)
Rubrica fatta così, con dei mini racconti a modo mio, perché mi sono stufata di subirli e basta. ;)


Pregiudizio N.1: 
I bambini con Sindrome di Down sono affettuosi e sempre sorridenti, 
come degli eterni bambolotti

Io ho un piccolo bambolotto killer che vive con me; ha la Sindrome di Down, ma è soprattutto un bambino. Pestifero.

Killó, faccia al muro e sfoderato il dito indice, è tutto intento a schiacciar formiche, esclamando «tac» per ogni vittima.
Un urlo si leva alle sue spalle (certo, sono io).
«Smettila!!!! Non si schiacciano le formiche! Bisogna amare la natura e averne rispetto».
E mentre questa frase mi riecheggia nelle orecchie, mentre vorrei darmi una sberla, mentre mi chiedo «Ma cosa dico? È tutta qua la mia capacità persuasiva, il mio saper coinvolgere, la mia forza educativa?», lui si ferma.
Mi ha sentito. Ho urlato forte d’altronde, ma non finge di non aver sentito.
Sposta l’indice in alto, si avvicina con gli occhi alla prima formica a disposizione ed esclama enfatico: «Ammmmoooooore..» 

Poi, fulmineo, cala l’indice. «Taaac».

Dal fondo del giardino, qualcuno soffoca una risata.
No, non io. 
Ah, i papà..... Brutta gente :)))))))))))))))))))

61 commenti:

  1. ma cosa ti scrivo adesso per commento? Che mi sono strozzata con l'acqua e l'ho sbruffata tutta sullo schermo perché dovevo ammazzarmi dal ridere? Che vi amo tanto, tantissimo immensamente? Che penso che la nuova rubrica sia geniale e importante? VAbbè, ci metto tutto! (e fanculo ai pregiudizi: pure Puki ammazza le formiche! Quindi quella peste lì, con quel sorrisetto lì, è fetente esattamente come la mia!)
    BAcio
    G.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo due pesti fetenti muahahahahah e lo stesso senso dell'umorismo. Se impari a lavorare ad uncinetto saremo sorelle. :)))))))

      Elimina
  2. Siete meravigliosi! Un bacione, anche la mia pestifera Kikki ama le formiche come il tuo Killò..tac!mammasimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, anche del messaggio in privato. Appena riesco ti rispondo ;)

      Elimina
  3. ahahhahaha!!! fantastico! mia sorella si mangiava formiche e coccinelle, da piccola, ma "ammmoooore" seguito da "tac" la batte di gran lunga.
    bellissima rubrica... dove devo aggiungertelo qualche suggerimento? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandami una mail a mammafattacosi@gmail.com
      È parecchio gradita la mail lunga che racconta anche di te, di voi della vita da disegnatrice di talento :)

      Elimina
  4. In generale, per la poca esperienza che ho, ho notato che i bambini con la sindrome di down tendono ad assomigliare ai genitori. Strano, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)))))
      Quasi inconcepibile. Bambini che assomigliano ai genitori? Incredibile!
      Rido
      Grazie
      Ps. La battuta su i papà era sopra le righe. A me i papà piacciono. Almeno alcuni.

      Elimina
  5. oddio ahahah le formiche no che schifo..però se vuoi mandarmelo qui l'estate prossima...così evito i veleni..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo mando. Per la tua salute :))))))))

      Elimina
  6. Hemm...io a una bambina bionda ho messo in mano un martello di gomma e l'ho mandata a caccia. Hai proprio ragione ogni individuo è diverso. Per esempio ci sono mamme più bastarde di altre ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooooo, con il martello???? Muahahahhahahahahahahahahah
      Che sei piacevolmente pazza l'avevo capito. Spero che mio marito non legga questa tua geniale idea..... :)

      Elimina
    2. Son già sull'uscio del negozio di martelli di gomma...

      Elimina
  7. hahahahahahahaha..... Allora secondo me una cosa è vera sono dei coccoloni...(o ruffiani dipende dai punti di vista)ma è vero anche che caspita è tuo figlio e qualcosa deve pur aver preso... ihihih Dopo Killò è figo di suo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei terribile, nemmeno ti rispondo.
      Ahahahahhahahahahahahahahahha

      Elimina
  8. Mitico! La pisquana va a caccia di formiche sul balcone fin da quando ha iniziato a deambulare, quelle che non spiaccica con il dito indice le butta giù... e quando le ho chiesto perché?? mi ha risposto: mamma le rimando a casa loro nel prato...
    PS Questa rubrica è un bel colpo di genio, ma il più bel colpo di genio è come tu sai raccontare questi aneddoti. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai una killer in casa. :)
      Grazie dei complimenti , vedrò di portare avanti la rubrica (le altre rubriche sono sparite, nel frattempo....)

      Elimina
  9. Noo che forte!!! Mito assoluto!
    (hem, io sarei una di quelle mamme che fa taaac alle formiche... i miei figli no, hanno schifo...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche le mamme sono diverse, quindi. :))))))

      Elimina
  10. Il pregiudizio è odioso, il pregiudizio positivo è ancor più subdolo. Tipo, lo sai vero che "gli africani hanno il ritmo nel sangue"? AAAAARRRGHHHH.

    Però come ti ubbidisce tuo figlio, ti prende alla lettera. La natura la ama, prima di spiaccicarla. Dettagli ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pregiudizio positivo, già. Volevo iniziare dalla cosa più complessa ;)
      Grazie che mi hai fatto notare che mi ubbidisce alla lettera: ora sento rafforzata la mia autostima. :)))))

      Elimina
  11. Ecco, un bambino dopo un'uscita del genere, dalle mie parti si chiamerebbe (passami il termine, c'è sempre un fondo di amore in questa parola) "cornuto" :-)

    RispondiElimina
  12. Oddio!!! E' meraviglioso il tuo bambolotto killer ;) !!! Siete fantastici e la tua nuova rubrica?? Idea eccezionale!!! Sarò felice di partecipare !! Grazie perchè sul web si trovano poche persone disposte a raccontarsi così!! Un abbraccio a te e al killer :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ciao (mi fai arrossire però )
      Killó killer ricambia il saluto

      Elimina
  13. evvai, questa rubrica è davvero forte e i pregiudizi duri a morire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e non moriranno grazie a questa rubrica.... :)
      ma gli diamo un calcio forte forte tiè

      Elimina
  14. Grazie Barbara....perche' mi fai ridere e pensare in ugual misura...e penso che questw due cose siano l'essenza della vita...
    Baci al fantastico killer che insieme al.mio provocherebbe l'estinzione delle formiche
    La foto poi...troopo fico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Far ridere e pensare non è cosa che accade spesso. sono contenta di esserci riuscita (almeno una volta!) ;)

      Elimina
  15. wow, dopo un po di pausa torno...ha ha ha ..... mi diverto sempre a leggere questi saggi così saggi. beh, amore.......però è sempre più FIGOOO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la saggezza credo sia una dote che si tramanda con i geni. Merito mio!! :))))))))

      Elimina
  16. FANTASTICO!
    AHAHAH...

    e fantastica la tua nuova rubrica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, vediamo se riesco a fare la puntata numero due (mai fidarsi delle pire incostanti come me)

      Elimina
  17. ahahhahaha la schiacciata con amore...
    Un bambino è un bambino, avranno delle cose in comune, come qualsiasi altro bambino.
    Ottima rubrica, brava. Bisogna sfatare certi stupidi pregiudizi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bello riuscire a sfatare i pregiudizi, che feriscono chi ne è vittima. c'è da lavorare parecchio e il successo non è certo.
      Intanto mi diverto così e se vi divertite pure voi, un qualche successo lo otteniamo. :)

      Elimina
  18. Lo so, non dovrei, non si fa, non si deve....
    Ma mi sto scompisciando dalle risate!

    RispondiElimina
  19. Oh cavolo mi hai fatto spiegare e mi sa pure che ho svegliato qualcuno?!?!? Ohiohiohi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, cara, non è colpa mia! :))))))))))))))))))))

      Elimina
  20. Se fa taac anche coi ragni me lo presti un paio d'ore?
    Scherzi a parte mi sono piegata dal ridere leggendo la scenetta!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, per ora i ragni sono ancora in salvo, ma dovesse scattare l'ammmore, te lo presto. Gratis :)

      Elimina
  21. La mia Piccina bionda...è una peste...quando vede una mosca...mamma mucke tod...urla compiaciuta...mamma uccidi la mosca...ma solo le mosche trova fastidiose...ma l' abbiamo fatto anche noi da bimbe...io inseguivo lucertole grilli...e volevo sempre sapere dove si nascondevano testando la tana....:-) che bimbo birbante.

    RispondiElimina
  22. Io facevo il funerale alle formiche (da me seccate) nelle scatole delle sorprese delle merendine del mulino... Quelle a forma di scatola dei fiammiferi, con tanto di ovatta per evitare che si perdesse nella scatola.

    RispondiElimina
  23. Killò Billò! Gli manca solo la tuta gialla e zac! :)
    Non portarlo a casa mia, che se trova i pesciolini d'argento nella vasca viene una cosa troppo schifosa... muahahahahahahah!

    RispondiElimina
  24. Molto bello questo post: simpaticissimo, ma così vero! Ti seguo!

    RispondiElimina
  25. tu fai sempre scompisciare dal ridere e pensare allo stesso tempo!
    Il mio biondino contro le formiche usa l'ammazzamosche e urla "motta!" (morta!), così per dire.

    RispondiElimina
  26. Ciao Barbara!
    Ti ho scovata da poco, e mi sono già innamorata di te, della tua famiglia, del tuo modo di scrivere...
    Sono morta dal ridere!!
    Mi piace moltissimo l'idea di questa tua rubrica, è semplicemente geniale!
    Io amo definirmi una persona senza pregiudizi, ma in fondo non è vero. Mi rendo conto che spesso anche io ci cado dentro, e quando me ne accorgo mi fa sempre un sacco male. Mi son sempre chiesta: ma come si fa a eliminare i propri pregiudizi, quelli radicati dentro senza che te ne sia accorto, quelli che hai assorbito col latte materno? Ecco la risposta: leggere le pagine di un blog come il tuo! Già solo le parole che hai usato in questo post mi hanno fatto riflettere tanto. Non sulla sdd nello specifico, ma sulla discriminazione e sulla generalizzazione. Non che siano concetti nuovi per me, ma sono proprio le parole che hai usato che mi hanno illuminata. Mi hanno dato una marcia in più. Quanto hai ragione!!
    Continuerò a leggerti con passione, e so che oltre a divertirmi moltissimo avrò anche tanto da imparare,
    Per questo, grazie di cuore!!

    RispondiElimina
  27. Mio fratello oggi 43enne è sempre stato un gran paravento. Dovrei dire altrimenti ma sono più o meno una signora.
    Anni e anni fa decise di intraprendere la carriera del ragazzo in fuga. Potevamo essere in dieci a guardarlo. Lui riusciva a scappare. Un giorno scappò da scuola da sotto il naso della maestra e della sottoscritta. Fece tutta la strada a piedi (per chi è di roma circ.ne gianicolense semafori compresi ) si fece aprire il portone e salì al quinto piano.
    Io con il cuore in gola feci la sua stessa strada sperando che non si fosse perso. Una persona che ci conosceva mi disse di averlo visto che andava verso casa. Sono arrivata ho fatto cinque piani a piedi (l'infame aveva lasciato l'ascensore aperto ) e l'ho trovato fermo davanti la porta. Mi ha rimproverata perché ci avevo messo troppo tempo.
    La vicina mi ha tenuto ferma.... io avevo quindici anni credo lui quindi intorno ai dodici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emma, quanto mi hai fatto sorridere... Sarà questo modo più o meno da signora :))))
      Mi auguro che Killo non intraprenda la stessa carriera, anche se purtroppo vedo che gli piacerebbe e i tentativi già li fa. Un abbraccio enorme, perché a voi sorelle, vi amo tanto (per esperienza personale, diciamo ;)

      Elimina
  28. Succede anche con i bambini autistici, come la mia. "È autistica? Allora sarà sicuramente un genio!"
    Che dire :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela, è da un po' che vorrei conoscerti, perché ti leggo e ti leggo e ti leggo e perché ti trovo molto affine a me (e non so se sia un complimento eheheh).
      Comunque è evidente che la Mora sia un genio, perché di certo avrà preso tutto dalla mamma ;)

      Elimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...