lunedì 23 settembre 2013

I limiti della super eroina

C'è che oggi sono triste. 
Sono anche arrabbiata, con tutti, specialmente con me stessa.

Ho delle scuse da fare.

Da circa venti giorni succede che vengo fermata per strada, anche da persone che conosco solo di vista, e ricevo telefonate e messaggi. Mi fanno i complimenti, mi dicono che sono brava, che devo andare avanti, che il blog è piacevole e addirittura che sto aiutando qualcuno a guardare da nuove prospettive.

Succede da quando un giornale locale, il Pantheon, mi ha dedicato un lungo articolo, grazie ad una giovanissima giornalista (Camilla Pisani) che è riuscita a trovare un senso ed un filo logico nelle confuse chiacchiere con cui l'ho investita. 
Io ne esco benissimo, fin troppo: sono un essere angelico dedito al sorriso e alla solidarietà, che probabilmente la sera stira il suo mantello da super eroina prima di riporlo. ;)

La cosa mi imbarazza tantissimo. No, non sono per niente timida e non l'avevo previsto quando ho rilasciato l'intervista, eppure sono imbarazzata, ma per davvero davvero.

Succede che sono in fila dal panettiere e si avvicina la signora e mi dice: “Ma ti ho vista sul giornale e...”. 
E poi davanti a scuola, oppure mentre ritiro la posta.....
Succede che al primo giorno di scuola materna, Killò sia stato accolto da un coro di “Ti abbiamo visto sul giornale”. (A lui però, la cosa non interessa affatto).
Per dire, sabato mi hanno fermata quattro volte.

Ora, è evidente che questo affetto non lo so gestire e, credetemi, mi dispiace. Forse a qualcuno sarò sembrata ingrata, ad altri solo scema, ma questo è meno grave. ;)
Tutte le volte ho reagito scherzando e “buttando in vacca”, come si dice qui. Ho anche ringraziato, perché un briciolo di educazione me l'hanno insegnata, ma ho soprattutto minimizzato, fatto risatine, detto cose fuori posto.
Qualche esempio delle mie risposte alle frasi gentili delle amiche e dei conoscenti? 
Certo, ormai siamo in ballo...

“Sono andata a leggermi il tuo blog, sono tre giorni che lo leggo piano piano e..”
Risposta: “Ma dai, neanche io lo leggo! Hai tempo da perdere?”  (…)

“Ma sai scrivere!” 
Risposta: “Guarda, lo so che pare incredibile. Sai che so anche leggere?” (...) 

“Brava, sei proprio brava. Sei un esempio positivo per tutti”
Risposta: “No, ma mica crederai a quello che hanno scritto, vero?” (…)

Credo possa bastare.
Scusatemi, pare che non sia in grado di fare meglio. Mi prende un imbarazzo immotivato e riesco solo a scherzarci su.
Ma non sono l'ingrata che purtroppo sembro e di certo non sono la supereroina che qualcuno si aspetta.
E poi mi mangio le mani dal nervoso, perché davanti a tutte le notizie tristi e sconsolanti di questi giorni su questa nostra società che proprio non riesce ad accettare e includere la diversità, mi inalbero e sono pronta a spaccare il mondo, ma poi di fronte a vere manifestazioni di affetto, a persone che superano un naturale imbarazzo per dirmi che ci sono anche loro, che ci credono anche loro, io divento la ridanciana donnetta che ho raccontato.

E' che, a volte, la bellezza della solidarietà è spiazzante.
A volte è difficile credere che esiste il bello e il buono e non tutto è una lotta. Anche se ce l'hai davanti agli occhi.

Ho finito. 
Noterete l'astuzia: ora, se qualcuno mi fermerà, io potrò tranquillamente continuare a essere me stessa (la cazzara che sono), ma potrei aggiungere la frase: “Senti, non riesco a dirtelo dal vivo perché ho tanti limiti, ma se vuoi, vai a leggerti l'ultimo post in cui ho cercato di rimediare”. 

L'articolo incriminato è qui, a pagina 15.

42 commenti:

  1. Ciao cara!!! :) Ti stimo!!!! :D

    RispondiElimina
  2. Barb, mi viene tanto da ridere perché a me succede la stessa cosa e meno male che non vivo in Italia. Tendo a dimenticarmi che mi leggono anche i conoscenti qui, perché nella mia prospettiva io scrivo per gli amici stretti che so che mi leggono a prescindere, ma poi gli dico le stesse cose nella versione da amici, oppure il mondo, e il mio mondo siete voi amici blogger con cui ci confrotniamo sui millemila luoghi che la rete ci regala ed è come se ci conoscessimo e abitassimo a fianco. È il segmento intermedio di cui mi scordo e scoprire che anche loro mi leggono mi imbarazza tantissimo. E poi mi viene anche da ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che dovremmo conoscerci dal vivo, per confrontarci su queste affinità o solo per ridere nervosamente :))))

      Elimina
  3. Ehi..io non ho un blog nè alcuna qualità da supereroina..ma quei complimenti che ricevo, quelle osservazioni, quelle frasi (e notare, mi sono trattenuta dallo scrivere quei pochi complimenti, quelle immeritate osservaizoni, quelle frasi dette da pazzi)..insomma, se qualcuno mi dice "Belle scarpe!" io non rispondo come la gente normale "Grazie!" ma dico "Ma figurati...le ho comprate sul mercato!!"
    Oppure: "Ma sei prorpio brava a coinvolgere i bambini sai...etc etc"
    Io rispondo"Ma vavava...faccio solo la scema!".

    Insomma, non ci sappiamo vendere. Mi definisco una cicciona, ma forse sono davvero una bella donna. Mi definisco una casinara, ma invece magari sono coinvolgente.

    Scusa, hai smosso molti sentimenti ed invece che rispondere a te sto cercando di rispondere a me.
    Insomma, prendeìiti i tuoi meriti perchè te li sei meritati!!!! Prendiamoceli, tutte.

    E comunque, il tuo blog mi fa commuovere, e ti rispetto,e ti ammiro (no, invidio no...ma stavo per scrivertelo...che imbecille!!!). insomma, brava!

    Mara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi viene il dubbio di conoscerti dal vivo, di averti incontrato proprio al mercato (dove compri le scarpe ahhahah). In tal caso, sì, sei anche una bella donna :)
      Se invece mi sbaglio e sei un'altra Mara, grazie, sono orgogliosa di smuovere commenti così, simpatici e profondi

      Elimina
    2. Ah, ma allora è il nome!!!!! ^__^

      Elimina
  4. Io sono come te quindi par par sulla spalla!B-)

    RispondiElimina
  5. La timidezza, la modestia e la conoscenza dei propri limiti sono grandi doti, e tu ne fai un buonissimo uso! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uau. Trattengo tutte le battute sceme che mi vengono e ti ringrazio. Sto migliorando ma è uno sforzo grande

      Elimina
  6. Saper donare un sorriso è un grande dono, grazie! Che dire l'idea di rimandare all'ultimo post in caso di necessità è geniale! Ciaooooo mammasimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerco sempre di pararmi il culo :)
      Ciao mammasimooo

      Elimina
  7. Mi succede la stessa cosa quando mi fanno i complimenti :) cerco sempre di minimizzare o sdrammatizzare, sembra scemo lo so pure io, meglio così che vantarsi troppo (almeno per me!)! Comunque tu sei troppo forte, grande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra vantarsi e accettare un complimento però ce ne passa. Trovare l'equilibrio però è uno sforzo inumano ehehehheh

      Elimina
  8. Ognuno di noi nella vita 5 minuti di celebrità ...goditi il momento...come le nuvole vanno e vengono e poi perché non dovresti meritare un po' di celebrità ?

    RispondiElimina
  9. Bel post...così almeno ne esci alla grande anche se dici qualche boiata...ahahahha

    RispondiElimina
  10. Ho letto l'articolo e ti capisco benissimo! Tu hai messaggio preciso ed è giusto che usi questo blog, la vostra storia e le vostre conquiste per contrastare il brutto che troppo spesso vediamo attorno a noi. Però avere un poco di pudore è normale, sarebbe strano il contrario, non credo che qualcuno possa deludersi se non rispondi con la sapiente freddezza della star :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi mi assolvi con formula piena... Grazie di fattolo trovo incoraggiante :)

      Elimina
    2. sto recuperando un po' di post. Mi aggrego a Marzia. Vale vero? :) io morirei di imbarazzo, faccio comunque così anche io nel caso dei complimenti ;) pensa che scrivono dei libri sul come dire grazie! )

      Elimina
  11. Barbara non cambiare atteggiamento....tutti ti apprezziamo proprio perche' sei cosi'...l'ironia e' dote di pochi...e poi xon questo post ti sei sistemata per sempre...ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so trattenermi. Tu mi sopravvaluti immensamente cara Silviafede :)

      Elimina
  12. ti manca la mia figura bodyguard....... : ) : ) : ) fuori da scuola.....anche a me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sinceramente mi manca. Anche le chiacchiere e tutte le informazioni. :(

      Elimina
  13. Se vai avanti così, non solo ti follouo, non solo ti lovvo, ma finisco col desiderare la tua figurina per il mio album dei supereroi! Autografata, obviously. ;)
    Un abbraccio,
    Monica
    PS: estendo l'abbraccio allo Splendido e alla Meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non manca molto. Le figu le sto stampando. :)))

      Elimina
  14. Barbara, in questo ci somigliamo mi sa! E a me piaci proprio così, anche se in risposta a questo commento molto poco originale mi sparerai qualche scemenza ;-) :-)))
    Ti abbraccio, carissima!

    RispondiElimina
  15. Ti voglio bene perché sei bella così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Far commuovere le amiche di prima mattina è cosa deplorevole.
      grazie :))))

      Elimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...