giovedì 11 ottobre 2012

Sindrome di Down, fra sogni e cioccolata



Una volta all'anno vendo cioccolata.
Succede da tre anni.
Io, la seconda domenica di ottobre, sono impegnata. Vendo stecche di nera cioccolata fondente, proveniente dal commercio equo e solidale, confezionata in una scatolina di cartone ondulato che sembra una busta.
Quando si apre la busta, si trovano la cioccolata e un bigliettino, un messaggio. Cinque euro al pezzo, e il sorriso è gratis :)


Domenica 14 ottobre è la giornata Nazionale della Sindrome di Down e un manipolo di venditori di cioccolata scenderà nelle piazze di tutta Italia per raccogliere fondi per le nostre Associazioni.
Le belle menti, i capi grossi del Coordown decidono il tema e gli slogan della campagna annuale, e noi, umili api operaie, lavoriamo per distribuire un messaggio che profuma di cioccolata.


Quest'anno l'obiettivo ambizioso è di scalfire il pregiudizio radicatissimo per cui si crede che tutte le persone con Sindrome di Down siano uguali, eterni bambini affettuosi, inconsapevoli, che vivono poco e che pesano irrimediabilmente sulle casse dello Stato e della loro famiglia. 
Ci ho creduto anche io. Io che dubito di ogni informazione, che verifico le fonti, che solitamente mi fido solo della prova dei fatti, ho accettato con uno spirito acritico (di cui oggi mi stupisco) questi discorsi che tante volte ho sentito e che oggi so essere semplicemente sciocchi. Non ci sono persone uguali fra loro, nemmeno se condividono una malattia o una condizione genetica. Tutti abbiamo una storia, un carattere e pensieri, emozioni e sogni, che fanno di noi persone uniche e irripetibili. Vale anche per le persone con Sindrome di Down e per tutti i disabili.

Quest'anno lo slogan ha la banalità sconcertante delle verità rivelate, quelle che, pur essendo sotto gli occhi di tutti, ti appaiono solo quando fissi lo sguardo. 

«Siamo differenti. Tra di noi».


La data comunque si sta avvicinando e fervono i preparativi. In Associazione, fra una terapia e l’altra dei bambini, c’è un gran via vai di papà e nonni che portano scatoloni, caricano macchine, montano espositori. Le segretarie distribuiscono, telefonano, organizzano i turni e le presenze. Le mamme chiacchierano, si dividono le piazze, si raccontano le esperienze passate, cercano i tavoli, contattano le parrocchie.
É un’occasione da cogliere, un’opportunità da sfruttare, e tutti noi sappiamo quanto siano fondamentali (per non dire irrinunciabili) i proventi di questa iniziativa per il sostentamento dell’associazione e per il proseguimento delle attività di riabilitazione. Fra la crisi ed i tagli alla spesa sanitaria, i soldi non bastano mai e ci rimbocchiamo le maniche. Niente di straordinario, in fondo qui c’è in gioco il futuro dei nostri figli.

Io sarò davanti alla chiesa del mio paese, sia sabato che domenica, con il mio banchetto e le quattrocento (400!!!!) stecche di cioccolata che troveranno posto domani in taverna.
Non so se verranno vendute tutte e se succederà, non sarà certo per merito delle mie inesistenti capacità commerciali. Ho però un asso nella manica: mi aiuteranno nella vendita alcune amiche che ho conosciuto quando mi sono trasferita in provincia.
É bastato un accenno, un «Sai, ci sarebbe la giornata della Sindrome, ...la cioccolata..» buttato lì davanti a scuola o in fila al supermercato, per ottenere un «Sì, certo che ci sono!». 
Non solo verranno a vendere, ma mi hanno aiutata ad organizzare, hanno coinvolto altre mamme e la pro loco (che ci presta i gazebo date le pessime previsioni meteorologiche). Ho amiche entusiaste, positive e propositive, che mi sostengono (in ogni avventura, anche su questo blog) e che gli anni scorsi tiravano le persone dalla giacca, per proporre e vendere la cioccolata. (E, per la cronaca, me ne servirebbero anche un paio in più....).
Vogliono bene a me, adorano Killó e credono nel valore della solidarietà attiva. A parte la mia incommensurabile fortuna nell’averLe vicine, a parte che poi di persona non riesco a esprimere loro tutta la mia gratitudine, loro ci sono.

Il pensare che in tante Associazioni d’Italia, proprio in questo momento, si stiano affrontando gli stessi preparativi, che in tante case stiano avvenendo le stesse telefonate di organizzazione, mi riempie di gioia. La sensazione è simile a quella provata nelle sere d'estate, quando al momento del goal dell’Italia si alza un boato, quel unico contemporaneo urlo di gioia a mille voci, che ti fa sperimentare per un attimo il rassicurante senso di appartenenza ad una comunità.
Nelle piazze di tutta Italia, domenica si riuniranno le mamme e i papà fatti cosí, insieme ai nostri ragazzi, e a tutti quei volontari che, pur non avendo incontrato la Sindrome di Down sul loro cammino, hanno scelto di impegnarsi in prima persona e di sostenerci.

Siamo in tanti, in tantissimi, ad aspettare il goal decisivo, quello che cambierà le sorti della partita. É meraviglioso sentirsi insieme, impegnarci nel FARE, condividendo lo stesso sogno di un cambiamento culturale che ci coinvolgerà tutti.

Voi che mi leggete, unitevi a me, a noi che sogniamo di cambiare il mondo (perché si può). ;)
Cercate qui il banchetto più vicino e andate a comprare una stecca di cioccolata.
Gustiamocela insieme!

Ha un sapore buono, intenso. È di fatto una cioccolata speciale ;)
La mia cioccolata ha il sapore indescrivibile della speranza, e quando l'avrete finita e della tavoletta non rimarranno che le briciole, percepirete, se state attenti, un gusto ancor più persistente: quello della solidarietà.

Vi aspetto! Vi aspettiamo!



Ps. Secondo voci di corridoio sarebbe confermata la presenza di Batman all'evento. Dicono sia bravissimo ad assaggiare ;)


Aggiornamento del 18 ottobre 2012.
Sono state tantissime le condivisioni di questo post e di questa iniziativa e non posso che ringraziarVI.
Alcune amiche che hanno dedicato a questa giornata un post; potete leggerli qui, ai rispettivi link.
Pollicina
Mamma Claudia
Il mondo di Cì

Per alcune famiglie, questa cioccolata ha un significato particolare.
"E’ importante chiudere l’anno così per noi, con qualcosa che simboleggi quello che è successo… un anno che doveva finire in tre, a misurarsi con la SdD."
Isabella ha parlato qui e qui della sua storia e del suo week end impegnativo. Si piange, Vi avverto....

Trashic ha ospitato un mio post: "Comprare la cioccolata fa bene" (Ho scritto per Trashic!!!!!!)
e la mia deliziosa amica Giada ha proposto una ricettina per continuare a celebrare ogni giorno il sogno di un cambiamento possibile ;)
Grazie, c'è un mondo fantastico qui :))))))))))))))

61 commenti:

  1. Ti ringrazio dell'informazione, ho aperto il link per sapere dove sarebbero stati i banchetti a Milano e.....sorpresa delle sorprese ho scoperto che ne fanno proprio uno nella mia cittadina (Pioltello) non mancherò di andare a comprare la cioccolata e di fare pubblicità all'iniziativa.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è la cioccolata che ti chiama! grazie per la pubblicità, per la cioccolata e anche per il commento :)

      Elimina
  2. Io VOGLIO fare, ma non posso andare fino a Rovereto, che si fa allora? Se ti fermo un po' di cioccolata e te la pago, spedizione compresa, me la mandi???? :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps. naturalmente voglio anche la foto di un sorriso a stecca, minimo.

      Elimina
    2. Ho appena guardato.... Bolzano non c'è. O ti fai una bello gita al Mart e ti compri pure la cioccolata, oppure ci mettiamo d'accordo. No, non spedisco, mi vieni a trovare :))))))))))))))))))))))

      Elimina
    3. Ci sto, quando scade la cioccolata? hehehehe
      dopo ti scrivo in pvt :*

      Elimina
  3. Eh però qui da me non ce n'è..uff e ho pure il bimbo malato quindi nemmeno la scusa della gita a Milano..che si fa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come non detto ci va la mia amica:-) e ne compra una pure per me..

      Elimina
    2. Grande!!!!! Guarda qui, che capacità organizzativa! Grazie Elena

      Elimina
  4. Mannaggia da me non ci sono. Andro' a cercarle altrove. Se ti avanzano, non le rendere che te le prendiamo! servura' pure a qualcosa questo internet ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, certo che serve ! Anche a conoscere persone simpatiche :) provo a informarsi sulla vendita on line e poi farò sapere a te e alle altre che già mi scrivono.
      Grazie

      Elimina
  5. Concordo anch'io con il messaggio precedente. Neanche da me ci sono, ma se c'è un sistema x comprarle via web io sono la prima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani investigo e poi ti dico. Grazie :)

      Elimina
  6. accidentaccio tutti lontani i banchetti! si ecco se ti avanzano facci sapere! e buona vendita :P

    RispondiElimina
  7. Ma uffa neanche da me ci sono! E non mangiarle tutte ;) !
    A fare gli assaggiatori con Batman verrebbero volentieri anche Superman e Pippi Calzelunghe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      è certo allora che i supereroi amano la cioccolata!!!

      Elimina
  8. Mi piace questa iniziativa!!! E che carine le locandine e i video. Se riesco vado a comprare la mia busta cioccolatosa a Rimini! Spero che tu venda tutte le cioccolate che hai in taverna. Un abbraccione!!!!

    RispondiElimina
  9. Sono Umbra e la mia Regione non c'è , mi vergogno un po' per questo.....tu venderai tutte le buste!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono tanti modi per sostenerci, anche solo condividere i miei post, o ancora meglio parlare con i nostri figli della diversità e promuovere un'accettazione sincera (e non pietistica). E tu lo fai, no? Per cui grazie :))

      Elimina
  10. Cerco subito la bancarella e mi precipiterò amiamo la cioccolata, e questa sarà ancora più buona

    RispondiElimina
  11. Grazie dell'informazione,ci andremmo anche noi,come si fa a rifiutare alla cioccolata???
    Claudia spero di incontrarti,noi andremmo sicuramente molto presto perché dopo Matteo ha un compleanno ,ci siamo innamorati del vestito del pipistrello se ci dai una dritta cosi suggeriamo alla zia ,(la mamma e una frana nel cucire)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Aida, ti sei confusa :) Non è il blog di Claudia, mamma del Topastro.
      Ma mi fa piacere sapere che andrai ad acquistare la nostra cioccolata!
      un abbraccio

      Elimina
  12. Purtroppo non posso venire in provincia di Verona (domenica siamo dall'altra parte del Veneto). Però cercherò una piazza e comprerò una stecca (anche due) in vostro onore.
    Voglio quella felpa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La felpa è fai da te, o meglio fai da me. Ho cucito io il logo di batman. C'è bisogno di eroi :)))))))))))))

      Ne vuoi una? dimmi la tua taglia, per te lo posso fare (no, non scherzo).

      Elimina
    2. Ah ah... pensavo per i bimbi, a dire il vero. Per me ci vuole un lenzuolo giallo per farci stare tutto il logo :D

      Elimina
    3. io la vedo meglio per te. Enorme, se vuoi, stoffa ce n'è ;)

      Elimina
  13. io adoooooro la cioccolata!! e sono pronta a farne una grande abbuffata, domenica prossima (anche se il banchetto dovrò cercarlo a firenze, che voi siete troppo lontani!!! :-D
    in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra, corri a Firenze: la cioccolata è la stessa, la sindrome pure. Siamo diversi ma combattiamo per la stessa causa. Grazie che ci sei

      Elimina
  14. Mi sono informata e non è possibile, almeno per ora e almeno nell'associazione di Verona (la mia) acquistare la cioccolata on line.
    La settimana prossima vediamo di trovare una soluzione ;)

    RispondiElimina
  15. Al paese dove abito c'è domenica, quindi acquisto la. Poi la cioccolata fondente dell'equo solidale è quella che prendo sempre quando ho possibilità di farlo ed è pure ottima. Ciao.

    RispondiElimina
  16. Ok, mi pare giunto il momento di fare una sorta di outing sul tuo blog... questo mese, quel week end in particolare per me hanno una grande valenza. E' la giornata della Sdd, ed è la giornata (in effetti lunedì 15) della morte perinatale. Il mio Nidhal Maurizio purtroppo ci ha lasciati prima di nascere, ed aveva la Sdd. Come posso rimanere indifferente? Noi ci sentiamo parte in causa. Io e mio marito abbiamo deciso che andremo a comprare la cioccolata ad Ikea Anagnina, e ne prenderemo anche un bel po', da regalare ad amici e parenti a Natale, invece dei solito torroni-panettoni ecc. Ti abbraccio forte forte forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isabella, la tua storia la conosco bene, perchè mi hai concesso il privilegio di provare a starti vicino. Abbiamo pianto insieme e ora, tu sai, abbiamo anche riso.
      Credo che tu ormai lo sappia: l'averti incontrata grazie a questo blog mi ha permesso di dare un senso profondo a queste pagine e allo scopo per cui le scrivo. Sulla responsabilità personale e l'impegno civile a te non servono insegnamenti; sei a tutti gli effetti un esempio.
      Grazie. E ti abbraccio anch'io ma devi smetterla di farmi piangere ;)

      Elimina
    2. Ok, facciamo che smettiamo di farci piangere a vicenda?? ;) ;) Le stesse cose che tu scrivi di me io pare pare le penso di te, per cui siamo a posto! :) Un abbraccio enorme... e grazie di tutto.

      Elimina
    3. ho appena letto Chiara
      http://yenibelqis.wordpress.com/2012/10/12/avanti-in-qualche-modo/
      :)
      sì, smettiamo di farci piangere, sono d'accordo. Certo che voi due, questa contemporaneità..... non che sia semplice commuovere il mio cuore di marmo, però è una congiura :)
      ho condiviso il tuo post sulla pagina fb di mammafattacosì e spero non ti dispiaccia. Smettiamo anche di ringraziarci? ;) un bacio grosso e di cioccolata, mangiane tanta. Io ho già iniziato :)

      Elimina
  17. Ce la metteremo tutta !!!!!
    Evviva mi ritengo cosi' fortunata di poter essere al tuo fianco !!!!
    :) :) :) :) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fortunata tu o fortunata io che ho chi mi aiuta? mah, punti di vista.
      Grazie invece e a dopo :)

      Elimina
  18. Mi sono permessa di pubblicizzare l'iniziativa anche da me... http://horryailblog.wordpress.com/2012/10/12/un-week-end-impegnativo/

    RispondiElimina
  19. Preso nota della piazza piu'vicina a me e ci andro'sicuramente... Poi domenica il mio ometto festeggia 3 anni e quale occasione migliore x offrire della buona cioccolata alla sua festa?!?
    Ti abbraccio!!!
    Oby83

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho già risposto su ig. grazie che mi segui e che mi sostieni.
      Buona festa!

      Elimina
  20. Quest'anno arrivò tardi.. E ho pure le bimbe malate, nemmeno posso comprare cioccolata al banchetto più vicino. Ma per partecipare attivamente come si fa, a chi ci si può rivolgere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda in questo post di un po' di tempo fa. Ho fatto una lista ;)
      http://www.mammafattacosi.com/2012/03/giornata-mondiale-della-sindrome-di.html

      Elimina
  21. <3
    rebloggata a mio modo, un bacio
    (spero di trovare spacciatori di cioccolato anche qui, ora vado a farmi un giretto in centro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto. Il tuo modo mi piace sempre parecchio :)

      Elimina
  22. http://horryailblog.files.wordpress.com/2012/10/2012-10-14-042.jpg
    Grazie, di tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevamo deciso di smettere di ringraziarci. ;)
      Grazie ahahahhahahah

      Elimina
  23. Comprata ieri a Mestre in Piazza Ferretto (...bbbbuonaaaa)! Me l'ha venduta una dolcissima ragazzina di nome Sabrina ed io mi sono commossa.
    Un bacio speciale al mio piccolo Killò.

    Zia Lalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai la lacrima facile. :)
      Un abbraccio (e come va???? sempre di corsissima????)

      Elimina
    2. Wow! ti ricordi di me?
      Si, è vero, le cose belle tendono a commuovermi.
      Io sono sempre di corsa ma, è giusto dirlo, anche felice!
      W Killò!
      Zia Lalla

      Elimina
  24. Grazie per avermi fatto conoscere questi ragazzi. Io mi sono commossa dalla forza di buona volontà che hanno questi ragazzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, una gran forza di volontà sembra anche a me una caratteristica comune :)
      Un abbraccio

      Elimina
  25. Ho fatto tardi, che peccato! Mi sono iscritta al tuo blog!

    RispondiElimina

I commenti mi piacciono assai.
Se vuoi dirmi qualcosa, io ti ascolto.
Se però vuoi che il messaggio mi arrivi davvero, è meglio se lo scrivi qui sotto ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...